Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Con la scusa di acquistare un telescopio svuotano il conto del venditore: tre denunciati

Tra i truffatori anche un 32enne pisano. Il malcapitato venditore aveva inconsapevolmente ricaricato con 3300 euro tre carte postepay

E' stato denunciato per truffa un 32enne pisano ritenuto responsabile, insieme ad altri due complici, di aver raggirato un uomo che voleva vendere un telescopio. I tre sono stati incastrati dai Carabinieri di Rubiera (Reggio Emilia).
Il malcapitato inserzionista ha pubblicato l'annuncio sul web per vendere un telescopio professionale ma anziché ricevere soldi si è ritrovato il conto alleggerito per ben 3.300 euro. L'uomo, un 48enne abitante a Rubiera, è stato contattato da un sedicente acquirente che, oltre a mostrarsi molto interessato all’acquisto, si è detto disponibile per effettuare immediatamente il pagamento. L’unica richiesta avanzata dall’acquirente è stata relativa al metodo di pagamento concordato con la modalità della ricarica del conto attraverso l’utilizzo del bancomat. L’operazione era infatti possibile solo attraverso una postazione ATM.
In contatto telefonico con l’acquirente, il 48enne venditore, recatosi a eseguire l’operazione su indicazione dell’interlocutore, ha effettuato una serie di operazioni ma anziché ritrovarsi accreditati i soldi si è visto il conto svuotato per ben 3.300 euro. Le operazioni che via telefono gli spiegava l’interlocutore avevano ricaricato tre postepay tra cui quella dell’indagato e altre di due complici prestanome.
A questo punto il falso acquirente chiudeva la conversazione non rispondendo più al malcapitato 48enne.


Quest’ultimo, dopo aver capito di essere rimasto vittima di una truffa, si è rivolto ai Carabinieri della stazione di Rubiera formalizzando la relativa denuncia. Avviate le indagini, dopo una serie di riscontri tra l’utenza telefonica dove veniva intavolata la trattativa e dove venivano date le indicazioni per il prelievo del contante e le carte dove erano stati versati i soldi, i Carabinieri catalizzavano le attenzioni investigative su un 29enne salernitano, che aveva portato a compimento la truffa, e su due suoi complici intestatari delle carte dove erano confluiti i soldi: una 45enne di Cinisello Balsamo (MI) e un 32enne pisano. Nei confronti dei tre sono stati acquisiti incontrovertibili elementi di responsabilità in ordine al reato di concorso in truffa e sono stati così denunciati.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con la scusa di acquistare un telescopio svuotano il conto del venditore: tre denunciati

PisaToday è in caricamento