Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

A Pasqua occhio alle truffe: ecco un vademecum da seguire

L'azienda Enel Energia mette in guardia i propri clienti sulla presenza di truffatori, intenzionati a far firmare falsi contratti soprattutto alle persone anziane. I dipendenti Enel hanno sempre il tesserino di riconoscimento

Nel periodo pasquale aumenta il pericolo truffe che possono essere messe in atto da sconosciuti che si presentano come dipendenti Enel facendo un danno all’immagine dell’azienda e ai clienti stessi.
E' la stessa società che fornisce l'energia elettrica a mettere in guardia i cittadini e a dare alcuni consigli per riconoscere i dipendenti e gli agenti del Gruppo Enel e tutti i servizi garantiti dal Punto Enel di Pisa:
 
1. Pretendere sempre l'esibizione del tesserino Enel di riconoscimento: tutti i dipendenti Enel sono in possesso di un tesserino plastificato con logo aziendale, foto e dati di riconoscimento, al pari degli agenti specializzati di Enel Energia – Società del gruppo Enel che opera sul mercato libero – che presentano a domicilio le offerte. Se qualcuno si presenta a nome dell’azienda bisogna sempre chiedere di visionarlo; in ogni caso gli agenti Enel Energia, così come di altre Società, possono presentarsi al domicilio dei clienti per proporre le offerte luce e gas. Le visite degli agenti possono essere annunciate tramite volantini che specificano che si tratta della Società di Enel che opera sul libero mercato. L’importante è che non venga comunicato che è obbligatorio cambiare contratto. Il cliente è libero di decidere se aderire o meno alle proposte che gli vengono esposte.
2. Non accettare nessuna transazione economica a domicilio: Enel ricorda che nessuna forma di riscossione o restituzione di denaro viene effettuata a domicilio;
3. Per quanto riguarda le verifiche dei contatori, Enel Distribuzione effettua periodicamente dei controlli a distanza dei gruppi di misura per garantirne il corretto funzionamento. In alcuni casi occorre una verifica del contatore direttamente sul posto attraverso il proprio personale qualificato, il quale è comunque sempre munito di tesserino plastificato con foto e i dati essenziali per il riconoscimento. Anche in questi casi, il personale Enel che interviene sul posto non è autorizzato a chiedere né accettare pagamenti dai clienti.
Per ogni chiarimento o ulteriore informazione i Clienti possono contattare il numero verde 800 900 860 oppure recarsi al Punto Enel di Pisa in via C. Battisti 69, aperto dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle 15:00. Su enelenergia.it, inoltre, è possibile rintracciare tutti i Punti Enel Partner presenti sul territorio.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Pasqua occhio alle truffe: ecco un vademecum da seguire

PisaToday è in caricamento