Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Ripafratta, sfuggono ad un controllo dei Carabinieri e scompaiono: caduti nel Serchio?

Martedì la fuga verso l'alveo del fiume, mercoledì l'allarme lanciato da parte di alcuni parenti che non avevano più notizie dal giorno prima. Potrebbe trattarsi delle stesse persone. Ricerche di Carabinieri e Vigili del Fuoco

Ricerche serrate da parte dei Carabinieri lungo l'alveo del fiume Serchio. Due pusher tunisini infatti sono svaniti nel nulla da due giorni e ieri alcuni parenti si sono rivolti ai militari dell'Arma, che sospettano possa trattarsi dei due stranieri che erano sfuggiti ad un controllo martedì nella zona di Ripafratta e che potrebbero essere caduti nel fiume durante una fuga a piedi.

I due infatti viaggiavano a bordo di un'auto guidata da un tossicodipendente italiano ma, appena hanno visto avvicinarsi la pattuglia dei Carabinieri, sono scesi ed hanno iniziato la fuga in direzione dell'argine. I militari per un po' li hanno inseguiti, ma poi li hanno persi di vista. Gli inquirenti non escludono quindi che possano essere caduti in acqua ed infatti per tutta la notte hanno perlustrato la zona anche con l'aiuto dei Vigili del Fuoco.

Poi ieri appunto alcuni parenti si sono rivolti al Comando Provinciale dei Carabinieri per avere notizie. Per questo i militari ritengono che i due scomparsi possano essere le stesse persone sfuggite al controllo di Ripafratta. Le loro ricerche sono proseguite lungo l'alveo del fiume per tutta la giornata di ieri anche con l'ausilio di un elicottero dell'Arma ma non hanno dato risultati.


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ripafratta, sfuggono ad un controllo dei Carabinieri e scompaiono: caduti nel Serchio?

PisaToday è in caricamento