Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca via francigena

Turismo in via Francigena: un itinerario accessibile anche per i disabili

La Feisct garantirà l'accessibilità dei disabili alla Via Francigena nel tratto toscano tra Pontremoli e San Miniato grazie a un'apposita convenzione siglata con l'Associazione europea Via Francigena

La Federazione europea itinerari storici culturali e turistici (Feisct), garantirà l'accessibilità dei disabili alla via Francigena tra Pontremoli e San Miniato, grazie a un'apposita convenzione siglata con l'Associazione europea. "Quella firmata oggi - ha spiegato l'assessore al Turismo della Provincia Salvatore Sanzo - è una convenzione importantissima per sensibilizzare tutti sul tema delle persone con ridotta mobilità anche sul tracciato della Via Francigena, facendone un'occasione per implementare l'offerta turistica e dare la possibilità a chiunque di fruire di un territorio così bello".

"La Via Francigena deve essere vissuta e resa fruibile a tutti - ha aggiunto Pier Paolo Tognocchi, delegato dell'associazione europea Via Francigena per la Toscana - non possiamo che promuovere ed elogiare iniziative come quella dell'adozione dell'antico tratto di strada da parte della Feisct, che da sempre si impegna affinché il tratto toscano sia animato e ricco di iniziative come ha fatto per le Veglie Francigene".

La Feisct ha anche annunciato una serie di incontri per favorire lo scambio di esperienze e attività con enti e associazioni locali. "Vogliamo coinvolgere direttamente - ha spiegato il presidente Sabrina Busato - le persone che sul tracciato vivono e lavorano, come gli agricoltori nella loro doppia veste di ospiti dei pellegrini e di persone in grado di effettuare concretamente la manutenzione sul territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo in via Francigena: un itinerario accessibile anche per i disabili

PisaToday è in caricamento