Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico / Corso Italia

Turisti aggrediti in Corso Italia, Confcommercio: "Pisa dovrebbe scusarsi con Bolzano"

L'associazione di categoria condanna il terribile gesto e critica la condizione che i turisti si trovano a vivere in città: poche indicazioni, nomadi pronti a derubare, venditori abusivi, marciapiedi sconnessi, smog

Venditori abusivi in piazza dei Miracoli

“La città di Pisa dovrebbe chiedere le scuse ufficiali alla città di Bolzano per quanto accaduto ai cinque turisti, tra cui due donne, incredibilmente e ingiustificatamente aggrediti mentre visitavano la nostra città. Stigmatizziamo duramente l'episodio e consideriamo alluncinante quanto avvenuto". Interviene Confcommercio su quanto accaduto nel pomeriggio di sabato quando un gruppo di antagonisti hanno scambiato i turisti per attivisti di destra e li hanno aggrediti a suon di sputi e insulti. "I cinque bolzanini - si legge in un comunicato dell'associazione di categoria - prima vagano per la città in cerca della Torre di Pisa, e questo è sintomatico del livello di accoglienza e di informazioni che non riusciamo a dare ai visitatori, poi vengono aggrediti dai cosiddetti 'antagonisti' senza alcun motivo. Le nostre insistenti battaglie su sicurezza, decoro e rispetto delle leggi, la nostra insistenza sul contrasto all'abusivismo commerciale, sono tutte precondizioni fondamentali per realizzare un efficace progetto di accoglienza turistica degno di questa città. Gli sforzi che gli imprenditori del settore fanno sono enormi, anche sul piano dell'immagine e della promozione, la costituzione del Tavolo del Turismo intende rilanciare l'intero settore - proseguono da Confcommercio - ma simili gravi episodi, ad alta risonanza mediatica, rappresentano colpi molto duri per l'immagine della città. Si parla sempre di turismo di qualità, ma diventa difficile attirare e trattenere un certo tipo di turismo con questo contesto di degrado diffuso, incuria e insicurezza”.

“Lavoriamo tutti i giorni a contatto con i turisti e ci rendiamo conto delle difficoltà enormi che incontrano per godere a pieno delle bellezze della nostra città - afferma Silvia Piccini, presidente Confguide Confcommercio Pisa -iIl percorso che devono fare dal parcheggio scambiatore a piazza del Duomo è una via crucis costellata di venditori abusivi, smog, traffico, passaggio a livello pericoloso e marciapiedi sconnessi. Il costo del parcheggio è comunque troppo alto e i Tour Operator risparmiano su ogni altro tipo di servizio, dai musei alle guide, ai consumi vari. I turisti poi sono assillati da nomadi che cercano di derubarli continuamente. Chi arriva da sud, dalla stazione, non gode di un biglietto da visita migliore. E poi è evidente la carenza di informazioni, indicazioni, segnalazioni e il messaggio che alla fine lanciamo ai turisti è: vedi la Torre, poi scappa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turisti aggrediti in Corso Italia, Confcommercio: "Pisa dovrebbe scusarsi con Bolzano"

PisaToday è in caricamento