Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Tutto pronto per #instapop, personale di pop heart firmata da Aleandro Roncarà

Fervono i preparativi in Logge di Banchi: a partire da sabato 28 settembre, è di nuovo protagonista l'arte contemporanea

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

In occasione della terza attesissima edizione dell'Internet Festival che prenderà il via il 10 ottobre, un fresco talento si prepara a firmare uno dei più suggestivi eventi collaterali pronti in cartellone: Aleandro Roncarà.
Il compito di fare da cornice all'allestimento della personale, che con il Patrocinio del Comune di Pisa aprirà al pubblico sabato 28 settembre alle 18.00 e andrà avanti fino a domenica 27 ottobre, spetterà ad un angolo del tessuto urbano tanto d'effetto quanto ancora tutto da scoprire: lo spazio espositivo Sopra Le Logge, sviluppato in altezza su tre piani strutturati in vetro e acciaio corten e incastonato fra Palazzo Gambacorti, sede del Comune, e Ponte di Mezzo, nel vero cuore del centro storico della città.

Roncarà aka I.H.O., classe 1967, si propone qui con #INSTAPOP - Navigando sul Mondorondo, selezione di illustrazioni vivaci e letteralmente pulsanti di colore realizzate con acrilico su tela e fortemente, volutamente improntate da richiami evidenti al fumetto e alla grafica pubblicitaria. Tracce di una Pop Heart - come lui stesso la definisce - assolutamente accattivante e intuitiva proprio come l'interfaccia di un pc o di uno smartphone sa essere. Il che, va da sé, non è affatto un caso: con la sua pittura densa eppure (solo) apparentemente facile, #INSTAPOP strizza l'occhio alla complessità d'informazioni che si svela all'utente dietro icone user-friendly, strumenti di lancio e di accesso in quella dimensione web celebrata appunto dall'IF.

'I miei quadri' - accenna Roncarà - raccontano storie. E le storie, per parte loro, raccontano un mondo: Mondorondo. I miei lavori, in questo senso, possono dirsi diapositive della vita che lo anima: succede che spesso, allora, possano confidarci, in maniera più o meno velata, di amori, gelosie, amicizia, famiglia…a volte con regie anche complicate magari, e piene di oggetti e di personaggi, immortalati con dei close-up, ovvero ingrandimenti volutamente esagerati di particolari, di dettagli di espressioni riconoscibili e proprie di uno dei protagonisti. In genere negli ingrandimenti si notano piccoli segni, indicatori impercettibili ad occhio nudo, o sfuggenti ad uno sguardo superficiale: nel Mondorondo, invece, non succede…a dimostrazione della complessità dei personaggi stessi, che pur scrutati e messi sotto una sorta di lente d'ingrandimento, non si lasciano veramente rivelare. Spesso dipingo icone, simboli: cuori sorridenti, lune legate ad un filo, stelle cadenti piantate qua e là, frecce e lacci, corone e pesci, radici e spaghi che si intrecciano, e finiscono così con il giocare con prospettive talvolta impossibili. Il tutto, tracciato da linee elementari, scandite da un tratto nero e maschio'.

La mostra, pensata e curata dall' Incubatore Culturale Civico29 Lab, sarà a ingresso libero e resterà aperta al pubblico ogni giorno, festivi compresi, dalle ore 18.00 alle ore 24.00, fatta eccezione per le giornate del 10, 11, 12 e 13 ottobre durante le quali, in coincidenza con l'Internet Festival, osserverà un orario speciale e prolungato che andrà dalle 10 di mattina fino alle 20, sempre con orario continuato.
Arrivederci, dunque, a chi vorrà passare in Logge di Banchi per avventurarsi con gli occhi nel Mondorondo di Aleandro e immergersi, senza riserve, fra le sue acque curiose, vibranti, cariche di gioia e di cromie, scaturite da istinti primari come primarie sono le forme e i colori che lo animano, estranee alla critica e ad ogni accezione di denuncia. Solo, badate bene: 'quel che succede a Mondorondo, resta a Mondorondo'.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tutto pronto per #instapop, personale di pop heart firmata da Aleandro Roncarà

PisaToday è in caricamento