Inceneritore di Ospedaletto: "Si facciano i dovuti approfondimenti"

Il gruppo Ucic-Prc interviene sui risultati dell'indagine epidemiologica realizzata dal Cnr e chiede di installare nuovi strumenti di misura della qualità dell'aria

"Basta con la strategia dello struzzo, la realtà va conosciuta senza omissioni per poter amministrare nell’interesse pubblico". Il gruppo Ucic-Prc commenta così i risultati emersi dall'indagine sul rapporto inquinamento-salute nel comune di Pisa, in cui emergono pesanti criticità per la zona a ridosso dell'inceneritore di Ospedaletto, e chiede studi più approfonditi.

"Cinque anni fa in campagna elettorale - esordisce Ucic-Prc - eravamo gli unici a chiedere la chiusura dell’inceneritore dei Ospedaletto. Oggi invece, a seguito della pubblicazione dei risultati dell’indagine epidemiologica realizzata dal Cnr, da più parti giunge la stessa richiesta. Questo non può farci che piacere, a maggior ragione perché l’indagine è stata realizzata a seguito dell’approvazione di una nostra mozione che impegnava il Sindaco e la Giunta a commissionarla. L’indagine ci conferma che alcune delle preoccupazioni che in tanti, associazioni e comitati, hanno sempre sollevato, avevano fondamento e che la richiesta dei cittadini di installare nuovi strumenti di misura della qualità dell'aria - le famose centraline di Porta a Mare e Oratoio, tuttora rimaste lettera morta - è sacrosanta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ucic-Prc chiede quindi studi più approfonditi. "La richiesta forte e chiara - conclude Ucic-Prc - che vogliamo fare in questo momento è che si approfondiscano tutte le criticità emerse, con studi delle condizioni ambientali, dell’inquinamento dei terreni, dei valori di esposizione in base al luogo di lavoro e non solo di residenza. Basta alla strategia dello struzzo, la realtà va conosciuta senza omissioni per poter amministrare nell’interesse pubblico. Noi ci impegnamo a realizzare tutto questo quando da maggio amministreremo la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'emergenza ferma il Giugno Pisano: saltano Luminara, Gioco del Ponte e Palio

  • Coronavirus, 305 nuovi casi in Toscana: salgono a 4.122 i contagi dall’inizio

  • Coronavirus: primi esiti positivi in pazienti trattati con farmaco 'anti-terapie intensive'

  • Coronavirus: al via i tamponi in auto, come i 'pit stop'

  • Coronavirus: 290 nuovi casi positivi in Toscana

  • Coronavirus: 252 nuovi casi positivi in Toscana

Torna su
PisaToday è in caricamento