Cronaca

Ultraleggero precipitato a Cascina: morti sul colpo, poi le fiamme

E' stata effettuata l'autopsia sui corpi delle due vittime che sono morte nell'incidente aereo avvenuto mercoledì pomeriggio a Cascina. Ancora da stabilire la data dei funerali, resta l'ipotesi del guasto

La scena del disastro

E' stata effettuata ieri l'autopsia sui corpi di Roberto Ragaglia, ingegnere aeronautico, e Bruno Aramini, colonnello dell'esercito in pensione, che si sono schiantati mercoledì pomeriggio poco dopo le 18,30 nella campagna di Latignano, nel comune di Cascina, con un ultraleggero costruito artigianalmente e di proprietà dello stesso Ragaglia.

I due amici sono morti sul colpo, dunque non erano ancora vivi come si era pensato in un primo momento, poi le fiamme, che si sono scatenate dopo l'impatto al suolo, hanno avvolto i due cadaveri, rimasti carbonizzati.

Per quanto riguarda invece le cause dell'incidente, sembra da escludersi un errore umano, più probabile un guasto al motore o un cedimento strutturale, ma l'esatta dinamica deve essere ancora chiarita.

Da definire infine la data dei funerali. I corpi delle due vittime potrebbero essere riconsegnati alle famiglie forse già oggi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ultraleggero precipitato a Cascina: morti sul colpo, poi le fiamme

PisaToday è in caricamento