rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Porta a Mare

Un orgasmo attraversa la città: Ikea ha finalmente aperto

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Nel quotidiano bollettino di guerra di una crisi economica, politica,culturale che penetra sempre più nel tessuto del quartiere della città dello Stato, sprazzi di sole ci dovrebbero arrivare come una "grande bellezza" dall'apertura dell'Ikea:

Ma quale ricchezza porta Ikea?

Sicuramente a chi ha venduto i terreni!

Il Comune vende a 50 euro a metro quadro alla Sviluppo Navicelli la quale vende a più di 200 euro a Ikea. Perchè il Comune non ha venduto direttamente a Ikea?

E poi ? Certo a Ikea stessa! Perchè?

La società svedese tanto rispettosa delle tradizioni, del taglio del tronco, delle aringhe, caviale e certo dellla vidka e pertanto.....

E PERTANTO COME TUTTE LE BUONE SOCIETA' PRENDE LA SUA SEDE FISCALE IN OLANDA (MA GUARDA CHE COMBINAZIONEANCHE LA FIAT) DOVE DOPO TANTI PASSAGGI SOCIETARI SI ARRIVA AD UNA FONDAZIONE E MANCO FARLO APPOSTA LE FONDAZIONI IN OLANDA NON PAGANO LE TASSE.

Quale felicità investire a Pisa! E' stato un buon Affare si dirà Ikea. Perche?

La stampa locale ci informa che le assunzioni in zona sono state di circa 70 mentre uno studio della società, Trade Lab prevede la perdita di 120 posti sul territorio.

Mentre i dipendenti a part-time sono il 63% di tutta la forza lavoro impiegata nello store con uno stipendio a tempo pieno di 1400 euro lordi e part-time di 700 euro lordi. Manodopera a costo basso e sui guadagni non ci pago , le tasse una vera pacchia!

L' Amministratore Delegato Lars Petersson ci comunica che la società ha avuto la sensibilità di "far risparmiare tempo e benzina ai tanti nostri clienti della costa che per dieci anni ci sono venuti a trovare.." dispensa consigli anche al pisano Enrico Letta su come far durare il proprio Governo mentre è in piena sintonia con gli Amministratoti regionali e locali, che hanno concesso all' Ikea una inondazione pubblicitaria della nostra cittàallo strabiliante ed "esoso" prezzo di 116 euro!!!

Nel Canale dei Navicelli gli sversamenti dell'acqua radioattiva del Cisam continuano, l'amianto in acqua e non solo avvelenano i pesci, il percorso è cosparso di detriti e di immondizia mentre buona parte rimane impraticabile per l'acqua stagnante anche dopo tanto tempo che ha smesso di piovere.

Mentre nel quartiere, nella città, il degrado aumenta ci viene ripetutamente sbattuta in faccia la notizia che il consenso del " Primo Cittadino " aumenta addirittuara del 2%. Mentre tutti i Comitati,le Associazioni, i Cittadini che individualmente scivono per segnalare le tante anomalie i guasti i pericoli del disfacimento urbano rimangono inascoltati, e l''Opposizione Comunale non riesce nemmeno e prendere visione dei documenti che verranno dibattuti in Consiglio Comunale il che la dice lunga sul concetto di democrazia tanto strombazzata da lor Signori.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un orgasmo attraversa la città: Ikea ha finalmente aperto

PisaToday è in caricamento