Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

'Una città in comune' sulla possibile vendita del palazzo ex Telecom

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Giovedì scorso in consiglio comunale è stata discussa la nostra interpellanza  in merito alla possibile vendita da parte del Comune di Palazzo  Facchini, denominato anche palazzo ex Telecom di proprietà comunale. Ancora una volta la  giunta ha omesso di dare ai consiglieri comunali informazioni molto  importanti e rilevanti. L'Assessore Serfogli e il Sindaco sono intervenuti nel dibattito, ma non hanno detto che lo scorso 17 novembre  il Segretario Generale ha firmato una determina con la quale dà  l'incarico alla Agenzia del Territorio per una perizia di stima  dell'immobile.
Riteniamo grave anche l'omissione delle altre notizie che troviamo nella premessa di questa determina. In particolare nulla è stato detto che su questo immobile è stata  presentata  nelle scorse settimane una manifestazione d'interesse all'acquisto da parte della Fondazione Pisa. E ancora perché non è stato detto che lo stesso  Presidente della Fondazione Pisa sosterrà gli oneri per la valutazione  stabiliti dall'Agenzia?

Tutto questo è molto grave e poco trasparente. Mentre il consiglio comunale non viene informato nel corso di un atto ispettivo su quanto sta facendo l’amministrazione, in parallelo si avviano trattative per la vendita di un palazzo comunale,  decisione che spetta solo al Consiglio comunale dopo un esame da parte delle  commissioni competenti che ad oggi non è nemmeno iniziato.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Una città in comune' sulla possibile vendita del palazzo ex Telecom

PisaToday è in caricamento