Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

UniStem Day: torna la giornata europea dedicata alla divulgazione sulle cellule staminali

L'appuntamento, rivolto agli studenti delle superiori, a Pisa sarà coordinato da Mario Petrini e Alessandra Salvetti del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell'Università

Venerdì 17 marzo, 75 atenei e istituti di ricerca in 7 paesi europei coinvolgeranno contemporaneamente più di 27mila studenti delle scuole superiori in seminari, discussioni, tavole rotonde e attività in laboratorio, rendendoli i protagonisti di 'UniStem Day', una giornata interamente dedicata alla scienza. Anche l'Università di Pisa partecipa all’evento che sarà coordinato, come lo scorso anno, dal professor Mario Petrini e dalla professoressa Alessandra Salvetti del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università di Pisa.

La giornata avrà inizio alle 9, nell’Aula Magna del Polo Fibonacci, con l’intervento della professoressa Claudia Martini, prorettrice per la Ricerca in ambito nazionale. Successivamente, Alessandra Salvetti parlerà di sistemi animali modello per lo studio delle cellule staminali e della rigenerazione tissutale. Interverranno, inoltre, il dottor Simone Pacini, studioso di cellule staminali del midollo osseo, il dottor Edoardo Benedetti, della Ematologia Universitaria di Pisa, che parlerà di trapianto del midollo, infine, il professore Piero Marchetti, diabetologo e studioso di cellule staminali.

UniStem Day 2017 raggiungerà anche chi non avrà l’occasione di partecipare di persona: l’evento sarà infatti disponibile in diretta sul canale video dell’Università degli Studi di Milano alla pagina www.portalevideo.unimi.it. L’evento è coordinato a livello italiano dalla professoressa della Statale e Senatrice a vita Elena Cattaneo, con il team di UniStem, il Centro di ricerca sulle Cellule staminali dell’Università degli Studi di Milano.

Unistem Day 2017 è dedicato al dr. Ahmadreza Djalali, ricercatore iraniano della medicina dei disastri internazionalmente stimato, detenuto da quasi un anno dal Governo iraniano, senza che sia iniziato alcun processo. Nel chiedere la liberazione del dottor Djalali si condividerà la riflessione con gli studenti coinvolti su come la libertà di studio e di ricerca sia un valore civile fondamentale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

UniStem Day: torna la giornata europea dedicata alla divulgazione sulle cellule staminali

PisaToday è in caricamento