Emergenza Coronavirus, pennarelli e matite donati ai bambini di Calci

Uniti per Calci ha acquistato il materiale di cancelleria e ha confezionato i pacchetti destinati a tutti i bambini del comune. Ecco i negozi dove ritirarli

Negozi specializzati chiusi e divieto di vendita nei supermercati: la cancelleria e tutti i prodotti per il disegno sono una delle moltissime vittime della quarantena imposta dal coronavirus. "Ci dispiaceva che, di questi tempi, molti genitori fossero in difficoltà nel procurarsi materiale di cancelleria per i loro bambini costretti a casa" sottolinea Serena Sbrana, capogruppo della lista Uniti per Calci. "Tante famiglie sono rimaste senza la possibilità di far fare i compiti, o di far passare il tempo ai bambini facendoli disegnare e colorare". Ecco perché i consiglieri comunali della lista hanno deciso di acquistare questi prodotti e regalarli ai bambini e agli studenti di Calci. La scelta ha una doppia valenza solidale: dare degli strumenti per lo svago ai più piccoli e contribuire agli incassi di due locali della zona attualmente chiusi a causa delle ordinanze.

"Abbiamo comprato il materiale risorse dalle due cartolerie di zona, La Penna Matta e Armani, ora chiuse, che hanno accettato ben volentieri vista la causa così importante" spiega Serena Sbrana. Complessivamente sono stati acquistati 500 penne, 1000 matite colorate, 600 pennarelli, 100 lapis, 100 gomme1000 fogli di carta: "Successivamente sono stati preparati i pacchetti, confezionati indossando guanti e mascherine. I calcesani li possono trovare nei negozi che hanno dato la disponibilità: Parafarmacia La Certosa, Panificio Valgraziosa, Alimentari Leonarda, Tabacchi La Torre, Panificio Bolognese di Cinzia Morganti, Farmacia La Gabella, Farmacia dottor Romano Pacini".

La capogruppo di Uniti per Calci invita le famiglie con bambini a recarsi in questi punti vendita per ritirare il pacchetto: "E' un piccolo gesto, che però riteniamo importante, realizzato con la speranza di contribuire a rendere più 'colorate' le giornate dei piccoli e meno piccoli del nostro paese. Se alla fine dell'emergenza avanzerà del materiale, sarà consegnato alle scuole al momento della riapertura".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana: quasi 1900 nuovi casi e 44 decessi

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Toscana zona rossa, la denuncia di Confesercenti: "Concorrenza sleale della grande distribuzione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

Torna su
PisaToday è in caricamento