Cronaca

Utic a Volterra: dalla Asl rassicurazioni al sindaco per lo sviluppo dell'Unità di terapia intensiva

Il primo cittadino si è confrontato con il dg Rocco Damone. Tre incarichi confermati per un anno e al vaglio l’istituzione della figura del responsabile di reparto

Tre incarichi confermati a tempo determinato nell’Unità di Terapia Intensiva Cardiologica e l’impegno a istituire la figura di responsabile di reparto. Il sindaco di Volterra Marco Buselli si è confrontato con il direttore generale dell’Asl 5 Rocco Damone da cui ha ricevuto rassicurazioni sulla situazione dell’Utic.

"Il dg mi ha spiegato che è uscita la graduatoria - spiega il primo cittadino - con la conferma di tre incarichi a tempo determinato per un anno. Sicuramente una prima risposta, rispetto agli incarichi professionali che scadevano ogni tre mesi e talvolta duravano anche pochi giorni. Purtroppo manca ancora un responsabile del reparto, ma il direttore generale mi ha comunicato che sta lavorando anche su questo". 

In merito al trasferimento dell’Unità, il sindaco Buselli spiega che "per noi Utic sarebbe dovuta rimanere 'fisicamente' al suo posto. Questo non è avvenuto ed il trasferimento è stato fatto in fretta e furia. Per cui adesso si pone anche il problema di rivedere logisticamente la situazione di cardiologia, ampliandone gli spazi a disposizione, troppo compressi e limitati.Fortunatamente possiamo contare su un personale di grande qualità, che riesce a supplire i disagi logistici"."Con la Cgil - conclude il primo cittadino di Volterra - abbiamo condiviso la battaglia su cardiologia, ora serve però ripensare il modello di intensità delle cure, incompatibile con gli ospedali della nostra dimensione, e che è servito solo a produrre tagli e riduzioni".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Utic a Volterra: dalla Asl rassicurazioni al sindaco per lo sviluppo dell'Unità di terapia intensiva

PisaToday è in caricamento