rotate-mobile
Cronaca

Vaccino Covid: cresce il numero degli hub aziendali toscani per terza dose

L'obiettivo della giunta regionale è aumentare le strutture utili per completare la campagna

Il prossimo lunedì 10 gennaio apriranno in Toscana tre hub aziendali per la somministrazione della dose booster di vaccino anti-Covid: Eli Lilly a Sesto Fiorentino, Confindustria Toscana Nord a Montecarlo-Lucca, Solvay a Rosignano in provincia di Livorno. Lunedì 17 gennaio inizierà le vaccinazioni anche Società Autostrade con hub presso la Chiesa di San Giovanni Battista (Uscita A1 - Firenze Nord). Società Autostrade non vaccinerà solo i propri dipendenti, ma anche 160 cittadini toscani al giorno, che potranno prenotare la vaccinazione sul portale dedicato. Lo scorso dicembre era stato attivato l'hub di Confindustria Pisa a Ospedaletto.

"Ringrazio le aziende e le associazioni di categoria toscane di questa disponibilità, che contribuisce ad accelerare la campagna di somministrazione dei richiami, che è tra i nostri obiettivi di contrasto al Covid, vista la circolazione del virus nella popolazione - commenta il presidente Eugenio Giani - questo ulteriore canale di vaccinazione ci consente di raggiungere più persone possibili e di mantenere alta la protezione di quelle già vaccinate con ciclo completo. Anche se siamo tra le Regioni che hanno somministrato più terze dosi in Italia, il virus corre e noi dobbiamo contrastarlo con ogni mezzo".

"Ringrazio queste realtà produttive, che ci aiutano a ottenere i massimi risultati possibili - fa sapere l’assessore al diritto alla salute Simone Bezzini - e auspico che il numero degli hub vaccinali aziendali possa crescere ancora. La loro disponibilità testimonia responsabilità sociale e attenzione in un periodo in cui la variante Omicron si diffonde a ritmi esponenziali nella popolazione. Questa nuova variante, estremamente contagiosa, non va sottovalutata. E' importante vaccinarsi, come mostrano i dati, soprattutto per contrastare le forme severe della malattia, i ricoveri in terapia intensiva e i decessi. Fondamentale è anche rispettare tutte le misure di prevenzione, individuale e collettiva".

"La collaborazione con le aziende e le associazioni di categoria, che abbiamo avviato la scorsa estate per aumentare il numero delle somministrazioni del vaccino, è stata molto positiva - afferma l’assessore alle attività produttive Leonardo Marras - è una sinergia che rende forte la Toscana, nonostante le difficoltà determinate dalla pandemia. Ringrazio tutti loro del contributo concreto, del senso civico e della responsabilità, di cui danno quotidianamente prova. Sono al nostro fianco anche nel ricordare che dobbiamo continuare a essere prudenti e a rispettare in modo rigoroso tutte le misure anticontagio, a partire dall'uso puntuale e corretto della mascherina. Da parte nostra continueremo a mantenere alto il livello di allerta lungo tutta la filiera di contrasto al Covid".

Le imprese e le associazioni di categoria, interessate a partecipare alla campagna di vaccinazione in azienda, potranno richiedere i necessari chiarimenti tecnici al seguente indirizzo email: giovanna.bianco@regione.toscana.it.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccino Covid: cresce il numero degli hub aziendali toscani per terza dose

PisaToday è in caricamento