rotate-mobile
Mercoledì, 1 Febbraio 2023
Cronaca

Covid, un anno dal V-Day: oltre 130mila dosi di vaccino somministrate in Aoup

Una struttura che si è adeguata all'andamento della campagna vaccinale in base alle forniture e alle disposizioni regionali e nazionali

E' passato un anno da quel 27 dicembre 2020 quando, a Pisa come in tutta Europa, si dava inizio simbolicamente con il V-Day alla campagna di vaccinazione anti-Covid 19 con le prime dose di Pfizer-Biontech arrivate dal Belgio all’ospedale Spallanzani di Roma e da lì smistate dall’Esercito in tutte le Regioni d’Italia. Poi dall’indomani ne sarebbero arrivate altre direttamente ai siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni.
Da quel giorno simbolico in Aoup, in cui furono vaccinate una sessantina di persone, sono state somministrate oltre 137mila dosi fra ciclo primario (I e II dose), terze dosi e vaccinazioni pediatriche (circa un centinaio di prime dosi).
"E’ stata messa in piedi un’organizzazione poderosa (81 medici, 240 infermieri, 106 Oss, 10 farmacisti e 25 impiegati amministrativi) che, nei mesi e a seconda dell’andamento dei contagi, ha dimostrato di poter implementare ancora di più la risposta vaccinale in base di volta in volta alle forniture e alle disposizioni nazionali e regionali - sottolineano dall'Aoup - nei mesi sono cambiate anche le sedi vaccinali, compatibilmente con l’andamento della pandemia e l’utilizzo degli ambulatori all’interno dell’ospedale ed è stata vaccinata anche la popolazione oltre ai dipendenti dell’ospedale e alla categoria degli ultra-vulnerabili".

I numeri

Durante la prima fase della campagna, dal 27 dicembre 2020 al 22 marzo 2021, sono state vaccinate (I e II dose) oltre 13mila persone, di cui 4.363 dipendenti Aoup con un tasso di adesione che ha rapidamente superato l’80%. Dal 4 marzo è poi iniziata la vaccinazione degli estremamente vulnerabili con oltre 18mila dosi somministrate a fine maggio. Da maggio a settembre l’Aoup ha messo a disposizione i suoi ambulatori alla popolazione generale che aveva prenotato sul portale regionale, somministrando oltre 80mila dosi a persone provenienti da ogni parte della Toscana.
Dal 20 settembre in poi è partita la campagna vaccinale della dose addizionale (terza) alle categorie dei fragili. Dopodiché sono stati vaccinati nuovamente con la dose aggiuntiva tutti i dipendenti, per passare attualmente alla terza dose per la popolazione generale.

In tutto ad oggi, dal 27 dicembre 2020 al 1 settembre 2021 (data in cui Aoup ha cessato la somministrazione del ciclo primario, ossia I e II dose), sono stati somministrati 128.083 vaccini.Quanto alle terze dosi, al 20 settembre ad oggi sono: 9.145 a cui vanno aggiunti un centinaio di prime dosi ai bambini con patologie oncologiche, croniche o allergie, da vaccinare quindi in ambiente protetto.
Attualmente il polo vaccinale è centralizzato all’Edificio 30 C con un numero di ambulatori variabile che, nel tempo, ha garantito anche 1000 somministrazioni al giorno.
E’ stato anche organizzato un corso di formazione rivolto al personale sanitario (medici, infermieri, operatori socio-sanitari) per garantire la massima sicurezza del servizio, con i professionisti opportunamente formati e periodicamente aggiornati sulle emergenze legate alla pratica vaccinale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, un anno dal V-Day: oltre 130mila dosi di vaccino somministrate in Aoup

PisaToday è in caricamento