Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca Marina di Pisa

Marina di Pisa: porta spaccata e tavoli bruciati per due notti di fila al ristorante

Vittima dei vandali 'Teste&Lische' in Piazza Gorgona. Confesercenti: "Serve un piano della sicurezza estivo per la stagione"

Uno spregio da spacconi. Sembra questo il senso dell'atto vandalico, ripetuto, di cui è stato vittima in questi ultimi due giorni il ristorante 'Teste&Lische' di Piazza Gorgona, a Marina di Pisa. Ignoti sono infatti penetrati, per due notti di fila, nella veranda esterna del locale. Hanno rotto la porta-tenda motorizzata d'ingresso e si sono accomodati, finendo per bruciare tavolini, con tanto di sigarette spente e lasciate sul posto. 

"Sono cose spiacevoli - ha commentato il titolare Maurizio Tomassoni - siamo anche vicini ai Carabinieri, ma a quanto pare non è un deterrente". Dalla riduzione delle imposizioni anti-Covid e la seguente riapertura il lavoro è tornato ad un buon regime, "come prima della chiusura" valuta l'esercente. "Dopo questi episodi abbiamo sostituito i tavoli e ripreso a lavorare. Queste situazioni però - conclude - ci preoccupano e ci amareggiano molto. Non ci sentiamo tutelati da nessuno". 

Sul tema sicurezza interviene Confesercenti Toscana Nord, con il suo presidente Litorale Alessandro Cordoni, che chiede di "predisporre immediatamente un piano per l'ormai imminente stagione estiva del litorale, attraverso una riunione urgente del comitato per l'ordine pubblico aperto anche alle associazioni di categoria". Il piano dovrebbe prevedere "una presenza capillare di pattuglie con un preciso programma di intervento. La stagione 2021 - conclude - è quanto mai delicata visto che dovrebbe segnare una ripartenza forte dell'economia grazie alla campagna vaccinale. Dobbiamo farci trovare pronti ad accogliere turisti e abituali frequentatori del nostro litorale, innanzitutto garantendo sicurezza e controlli".

Solidarietà ai titolari di 'Testa&Lische' anche da parte del Centro commerciale naturale di Marina, per voce della sua presidente Simona Rindi: "Le attività commerciali hanno bisogno di ripartire in sicurezza e tranquillità dopo i pesanti mesi di restrizioni Covid. E' impensabile che la mattina quando uno apre trovi il suo negozio danneggiato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marina di Pisa: porta spaccata e tavoli bruciati per due notti di fila al ristorante

PisaToday è in caricamento