Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Data alle fiamme dall'ex collega: morta a Pisa l'operatrice sanitaria

Aveva riportato ustioni sul 90% del corpo e non è riuscita a salvarsi. Arrestato Pasquale Russo: tra i due in passato c'era stata probabilmente una relazione che poi la donna aveva deciso di interrompere

Non ce l'ha fatta Vania Vannucchi, la donna lucchese di 46 anni che è stata data alle fiamme da un ex collega di lavoro, Pasquale Russo, 46 anni, poi arrestato dalla Polizia. La donna è morta all'ospedale Cisanello di Pisa dove tra l'altro dallo scorso febbraio lavorava come oss. Tra i due, che erano stati colleghi a Lucca quando la 46enne, separata e madre di due figli, lavorava come barelliera per la Coopservice, c'era stata probabilmente in passato una relazione o comunque un'amicizia che poi la donna aveva deciso di troncare, ma Russo era ossessionato da lei e non gli ha dato tregua fino a martedì 2 agosto, quando i due si erano dati un appuntamento chiarificatore vicino al magazzino Asl a Lucca. Quando Russo ha capito che era davvero finita ha perso la testa: ha cosparso di benzina Vania e le ha dato fuoco prima di dileguarsi. E' stata la stessa donna in preda alle fiamme a indirizzare le indagini facendo il nome di Russo ai primi soccorritori intervenuti.
Trasportata al Centro Grandi Ustionati di Pisa, le sue ustioni sono risultate troppo gravi per riuscire a sopravvivere.

Russo, subito dopo l'aggressione, è tornato a casa dove è stato poi trovato cambiato d'abito e ripulito dalla Polizia. Nel corso di un lungo interrogatorio ha negato ogni responsabilità, ma ad incastrarlo ci sarebbe anche un'ustione ad un braccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Data alle fiamme dall'ex collega: morta a Pisa l'operatrice sanitaria

PisaToday è in caricamento