Cronaca

Piano urbanistico approvato: tanti i progetti, moschea nel 2014

Adottata maxi variante urbanistica, tra i futuri progetti: la moschea, un parco urbano, asili, parcheggi, piste ciclabili e la possibilità di realizzare in deroga adeguamenti negli immobili abitati da disabili

Ieri in Consiglio comunale è stata approvata la maxi variante urbanistica, tanti i futuri progetti da realizzare in città, tra cui una moschea, un parco urbano con tanto di edificio destinato al cohousing, due nuove asili, parcheggi, piste ciclabili e la possibilità di realizzare in deroga adeguamenti negli immobili abitati da disabili.

"Riusciremo a fare tutto questo - assicura l'assessore all'urbanistica Fabrizio Cerri - in tempi rapidi e con minor consumo di suolo, lasciando ampio spazio al verde pubblico". Il luogo di culto per la comunità islamica sarà pronto verosimilmente entro il 2014 e sorgerà nella zona nord della città su terreni privati e realizzato interamente a spese dei musulmani che avevano avanzato la richiesta di poter edificare nella tarda primavera scorsa.

"Credo che se non ci saranno intoppi - ha aggiunto Cerri - entro la prossima primavera la variante sarà approvata e se la comunità islamica andrà avanti con l'iter progettuale e presenterà la richiesta dei permessi nel giro di un anno potranno vedere completato l'iter amministrativo. Esattamente come è capitato per la vicenda-Ikea, il che dimostra la capacità di Pisa di saper programmare il proprio futuro con grande efficienza della macchina amministrativa".

La moschea ospiterà anche un centro di cultura islamica e sarà un luogo aperto, assicura il presidente dell'associazione culturale islamica di Pisa Mohamed Khalil, in una lettera indirizzata nel luglio scorso ai capigruppo di tutte le forze politiche, e riformista "visto che in quasi 20 anni di attività non abbiamo mai professato alcuna forma di fondamentalismo, ma abbiamo sempre abbracciato il messaggio dell'islam moderato".

"Questa - ha concluso il sindaco Marco Filippeschi - è la variante urbanistica che permette a Pisa di avere lo strumento per prevedere e poter realizzare una serie di interventi per la città del futuro e che le permetterà di farsi trovare pronti nella partecipazione a bandi italiani ed europei per ottenere i finanziamenti necessari alla realizzazione delle opere pubbliche e infrastrutturali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano urbanistico approvato: tanti i progetti, moschea nel 2014

PisaToday è in caricamento