Cronaca

Capannoli: adottata la variante al Regolamento Urbanistico

I temi trattati più rilevanti riguardano la salvaguardia rispetto il rischio idrogeologico e la prevenzione del rischio sismico. Dato impulso anche all'attività edilizia

Adottata nell'ultima seduta del Consiglio Comunale la variante al Regolamento Urbanistico di Capannoli, il cui iter amministrativo era stato avviato a fine 2014.

L'amministrazione traccia le linee di quanto deciso, parlando intanto di un saldo positivo in termini di riduzione di consumo di suolo: "Rispetto alla destinazione residenziale sono state ridotte alcune lottizzazioni sia nel capoluogo che nella frazione, compensate in parte da aree di completamento, al fine di favorire l'avvio dell'edificabilità, in un momento in cui il settore dell'edilizia fatica ma in un territorio, quello capannolese, in cui il mercato immobiliare ha ancora interesse ed è vivace".

Attenzione è stata rivolta ad uno studio idraulico finalizzato ad individuare soluzioni sostenibili per salvaguardare il rischio idrogeologico che riguarda il paese di Capannoli e prevenire allagamenti e smottamenti in occasione delle copiose e improvvise piogge sempre più frequenti. Sono state individuate tre zone a monte della via Volterrana per la realizzazione di vasche di regimazione tese a trattenere le acque meteoriche per alcune ore ed a rilasciarle gradualmente nelle ore successive, in modo da non aggravare la condotta fognaria.

Toccato anche il tema della prevenzione rispetto fenomeni sismici. Il Comune si è dotato del MOPS – Microzonizzazione Omogeneea della Pericolosità Sismica, una carta della pericolosità sismica, documento in realtà non obbligatorio. In questo caso la frazione più interessata è quella di Santo Pietro Belvedere, che ha alcune zone più fragili.

Il PABA, Piano Abbattimento Barriere Architettoniche, diventa un vero e proprio piano operativo che contempla sia l'accessibilità agli edifici pubblici sia la vivibilità delle aree urbane.

"Abbiamo scelto - spiega il sindaco Arianna Cecchini - di dedicarci ad alcuni temi sensibili per il nostro territorio, in linea con il programma di mandato che stiamo portando avanti e che mette tra le priorità la salvaguardia dell'ambiente e del territorio. L'attenzione per esempio rispetto a soluzioni atte a salvaguardare il rischio idrogeologico è in linea con i molti interventi, già realizzati ed in corso, di potenziamento della rete fognaria. Anche la volontà di potenziare il Paba è in linea con i finanziamenti ottenuti sul bando regionale per l'abbattimento delle barriere architettoniche".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Capannoli: adottata la variante al Regolamento Urbanistico

PisaToday è in caricamento