Cronaca Centro Storico / Lungarno Gambacorti

Variante urbanistica, progetti al voto: c'è attesa per la Moschea e il Parco Cisanello

Nel Consiglio comunale di giovedì 4 aprile si voterà per la variante urbanistica. Tanti i progetti che verranno presi in considerazione, tra cui il Parco Cisanello, edilizia scolastica e la costruzione della moschea nel quartiere di Porta a Lucca

Oggi il Consiglio comunale si riunisce per votare i progetti del Piano regolatore pisano, molto attesi dalla cittadinanza e di cui si è parlato a lungo. Gli obiettivi son tanti e dovrebbero mettere d'accordo maggioranza e opposizione senza nessun tipo di tensione politica e ostruzionismo.

Le operazioni strategiche analizzate questo pomeriggio sono più di cinquanta, tra le quali troviamo il sottopasso di Putignano, costruzione di scuole, parcheggi, Parco di Cisanello, Moschea, piste ciclabili, zone pedonali, aree verdi e molto altro. Lavori e progetti che rivestono un'importanza particolare sia dal punto di vista urbanistico che sociale e che daranno molto da fare anche alla prossima amministrazione.

"Abbiamo lavorato tanto su questo piano  - afferma il sindaco Marco Filippeschi - C'è grande attesa tra i pisani, anche per l'impegno speso nei singoli quartieri della città. Con questa variante vogliamo valorizzare ulteriormente il patrimonio pubblico, investendo e riducendo allo stesso tempo il carico urbanistico, nonostante gli interventi per l'edilizia urbana e sociale. Finalmente vedremo concludersi il sottopasso a Putignano, che diventerà transitabile anche per i veicoli; le superfici costruibili verranno ridotte dando particolare spazio e importanza all'ambiente, ne è una prova il progetto per il Parco di Cisanello che prende sempre più forma. Sempre per quanto riguarda questa zona della città, un occhio di riguardo per la riqualificazione di via Norvegia, un quartiere un tempo difficile e dove sorgerà un'area verde da ricongiungere ai servizi sportivi delle Piagge".

L'assessore Fabrizio Cerri ha continuato a spiegare la variante nel dettaglio, sottolineando alcuni dati importanti sulla riduzione del carico ambientale e urbanistico: "Oltre il progetto sul Parco prevediamo la costruzione di tre scuole materne ( due a Oratoio e una a Putignano) e un asilo nido a Mariscoglio. In ballo anche la possibilità di finanziameni regionali per l'edilizia residenziale. La superficie utile lorda scenderà a quasi 12 mila metri quadri  e quella coperta quasi si dimezzerà, questo per chi ci accusa di essere un'amministrazione che da spazio solo alla cementificazione selvaggia".

A completare il quadro è il dirigente comunale del settore urbanistica Dario Franchini, che illustra anche la carta con i progetti delle varie piste ciclabili e aree pedonali, previste dal protocollo "Pisa città che cammina". Viene fatto anche un accenno sul futuro degli ex Macelli pubblici, che con un giusto progetto, verranno riqualificati e traformati in un centro scientifico già discusso e conosciuto con il nome "Cittadella Galileiana".

Per quanto riguarda la costruzione della Moschea, in Consiglio verranno trattati alcuni "aggiustamenti tecnici" ma il più è fatto. La comunità islamica ha acquistato la maggior parte de terreni privati nella zona residenziale di Porta a Lucca, di fronte al Cus, in cui sorgerà il loro luogo di culto. "La comunità è molto motivata e sta andando avanti con i propri sopralluoghi per poi procedere alla costruzione - ha affermato il sindaco - a parte qualche iniziale commento negativo ho potuto notare una grande apertura da parte dei pisani, anche rispetto a molte altre città italiane ed europee. La comunità islamica pisana sta crescendo e non vuole arroccarsi su se stessa, anzi vede la moschea non solo come punto di ritrovo per la loro religione, ma una sede culturale che vuole abbracciare e integrarsi in tutto il quartiere".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Variante urbanistica, progetti al voto: c'è attesa per la Moschea e il Parco Cisanello

PisaToday è in caricamento