Cronaca

Vendita alcolici, Confcommercio: "Assolutamente contrari al divieto delle 22"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Neanche fossimo negli anni del proibizionismo americano, quando il divieto dell'alcool alimentava un enorme giro d'affari interamente clandestino. Ora, al di là delle buone intenzioni, che non vogliamo discutere, se si arriva ad emanare un provvedimento di questo tipo vuol dire innanzitutto che non si ha nessuna idea di come arrestare le conseguenze più deteriori della movida pisana e si vuol far ricadere sugli stessi imprenditori colpe che non possono e non debbono essere addebitate a loro.

Per questo, la nostra contrarietà è assoluta, e solo l'idea di un simile divieto ci sembra paradossale. L'atteggiamento dell'amministrazione comunale rasenta l'ipocrisia: da un lato, negli anni, ha concesso un numero notevole di licenza comunali, oggi pretende misure repressive a danno e a carico di quelle stesse attività. Possibile che se a Pisa ci sono risse notturne a pagare siano gli imprenditori onesti e in regola?

Sul fronte della sensibilizzazione all'abuso di alcool non prendiamo lezioni da nessuno: gli esercizi in regola sono dotati di tabelle alcolemiche, hanno gli strumenti per fare l'alcool test, fanno informazione, mentre la vera piaga sono i venditori abusivi di alcolici nelle strade e nelle piazze del centro. Contrastiamo loro e lasciamo lavorare in pace gli imprenditori onesti, che sono davvero l'ultimo baluardo contro il degrado. Degrado, per inciso, alimentato anche della insensate scelte sulla Ztl che come dicevamo in tempi non sospetti, hanno finito per allontanare le famiglie del centro, lasciandolo in balia degli elementi più deteriori.
Lo diciamo in conclusione: questo provvedimento è solo una scorciatoia, attraente mediaticamente, ma dalle conseguenze nefaste sul piano pratico.

Federico Pieragnoli
Direttore Confcommercio Pisa

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendita alcolici, Confcommercio: "Assolutamente contrari al divieto delle 22"

PisaToday è in caricamento