rotate-mobile
Cronaca

Solidarietà: in vendita le produzioni dei detenuti per debellare la poliomielite

Presso la Conad di Madonna dell'Acqua, dal 15 al 17 dicembre, sarà possibile acquistare oggettistica a tema natalizio realizzata dai carcerati della Casa di Reclusione di Massa. I fondi sosterranno il progetto 'End Polio' del Rotary Club

Un acquisto per sostenere due cause: la lotta alla poliomielite ed il reinserimento in società dei detenuti. Si svolgerà dal 15 al 17 dicembre presso la Conad di Madonna dell'Acqua la vendita di oggettistica realizzata dai carcerati della Casa di Reclusione di Massa durante i laboratori professionalizzanti, a sostegno del progetto della Rotary Foundation 'End Polio'.

Un'iniziativa quindi sia sociale che sanitaria. Nella presentazione di oggi a Palazzo Gambacorti il presidente del Rotary Club Pisa Pacinotti dott. Gabriele Siciliano ha sottolineato l'aspetto medico dell'azione: "Il tema delle vaccinazioni è molto attuale e non solo per la poliomielite. Nello specifico caso del progetto, partito nel 1985, sono stati vaccinati oltre 2 miliardi di bambini, con una stima di 10 milioni di vite salvate. Numeri che dimostrano l'efficacia di questo sistema di prevenzione. Il rischio però non è ancora azzerato. Ci sono casi sporadici in Africa e nel Medio Oriente, con anche alcune recrudescenze, è quindi importante mantenere alta l'attenzione".

A fornire il 'carburante' della raccolta fondi saranno gli oggetti realizzati dai detenuti della Casa di Reclusione di Massa. "E' il secondo anno che partecipiamo - ha detto la funzionaria dell'area educativa dell'istituto Lucia Scaramuzzino - per noi è importante mostrarci all'esterno per i nostri aspetti sociali, nell'ottica di perseguire il recupero in società di chi risiede presso la nostra struttura. Abbiamo progetti interni che avviano al lavoro le persone che vivono in contesti di fragilità, dal tessile alla lavanderia, fino ad un servizio di riparazione di macchine del caffè. In vendita andranno stoffe per i regali di natale, cornici, ciotole e portaoggetti, più un calendario realizzato durante un laboratorio di fotografia emozionale dal titolo 'La vita possibile'. Un racconto dei detenuti della loro condizione".

All'iniziativa, patrocinata dal Comune di Pisa, partecipa anche la Misericordia di Navacchio, che fornirà supporto attraverso i propri volontari: "Attraverso la nostra opera - ha spiegato il presidente Luigi Nannipieri - che ci vede impegnati con 55 posti letto ed i vari ruoli tipici di assistenza e supporto, sappiamo dell'importanza di queste iniziative socio-sanitarie. Ci sentiamo a casa in questo genere di progetti, siamo orgogliosi di dare il nostro apporto". "E' il momento di accelerare contro la poliomielite - ha aggiunto il presidente del Rotaract Pisa Lorenzo Paladini - manca poco per debellare la malattia. Contribuiamo convinti con i soci per la sensibilizzazione ai vaccini".

La presidente della Società della salute Sandra Capuzzi: "Non dobbiamo dare per scontato la vaccinazione: se non è fatta di continuo poi non porta ai risultati previsti. E' un tema centrale nella prevenzione, oggi dovrebbe essere un periodo dove dovrebbe essere diffusa questa consapevolezza. In questa iniziativa non c'è solo la sensibilizzazione al vaccino ma anche uno sbocco di autofinanziamento della Casa di Reclusione di Massa, che poi è offrire un'opportunità per ricostruirsi una vita, quindi una ricaduta positiva concreta sul territorio. Mi piacerebbe vedere progetti simili con coinvolto anche il carcere di Pisa". Felice dell'organizzazione il presidente della Rotary Foundation di Pisa Antonio Trivella, che dopo aver introdotto i tratti dell'iniziativa ha rilevato: "Pensavamo di farla in centro a Pisa, abbiamo proposto l'idea a centri commerciali del centro ma non ci hanno voluto ospitare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Solidarietà: in vendita le produzioni dei detenuti per debellare la poliomielite

PisaToday è in caricamento