menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vendita Toscana Aeroporti Handling: nuovo presidio di protesta al Galilei

Le rappresentanze sindacali tornano a manifestare per la scadenza degli appalti e la prossima riattivazione della possibilità di licenziamenti collettivi

Un nuovo presidio di protesta si terrà sulla vinceda della vendita di Toscana Aeroporti Handling, dopo quello davanti la Prefettura del 17 marzo scorso. La mobilitazione, lanciata dalla Rsa Cgil, Cisl e Cub per i lavoratori degli appalti, è prevista davanti lo scalo Galilei per sabato 27 marzo, dalle 10 alle 12. La vertenza interessa direttamente circa 400 dipendenti assunti dalla società Toscana Aeroporti Handling, più altri 150 della ditta in appalto Cft ed il seguente indotto.

"Non siamo numeri, ma famiglie!" insistono i rappresentanti sindacali: "Toscana Aeroporti, in piena emergenza sanitaria e senza prestare alcuna attenzione
al particolare momento che sta attraversando tutto il settore aeroportuale, ha comunicato ai sindacati la volontà di vendere la società di Handling con 'una tutela' di 24 mesi per i dipendenti Toscana aeroporti Handling. Pur ribadendo la totale inefficacia e inconsistenza di tale 'tutela' è bene ricordare che tutto
il personale esterno (ossia in appalto) dell'aeroporto, non gode neanche di queste 'tutela' e a fine mese scadranno anche le proroghe degli appalti di carico/scarico bagagli, senza che TA abbia comunicato cosa intenda fare con 150 e più famiglie che da anni contribuiscono, con salari bassi, turni massacranti e poche tutele, alla crescita delll'aeroporto. Qualora gli attuali appalti venissero, come ci auguriamo, rinnovati, il problema si presenterebbe a fine ottobre quando è per altro previsto il ripristino dei licenziamenti collettivi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento