Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Verde a Pisa, il Partito Democratico: "Legambiente smentisce se stessa"

Il partito di Marco Filippeschi replica all'associazione ambientalista pisana, sottolineando anche l'aumento del verde pubblico in questi cinque anni nella città della Torre. "Ci aspettiamo un contributo in proposte e non in polemiche" dicono

Arriva subito la risposta del Partito Democratico a Legambiente Pisa, che accusava il partito di Marco Filippeschi di aver inserito nella campagna di comunicazione del sindaco per le prossime elezioni amministrative dati non veritieri riguardo al verde pubblico e alla sua fruibilità per i cittadini.

"Non stupisce che Legambiente Pisa reagisca così alla campagna di comunicazione del candidato sindaco di Pisa Marco Filippeschi. La sede locale di Legambiente è nota per le sue prese di posizione politiche al contrario di quanto avviene a livello nazionale. Non è un caso che il suo presidente si sia dovuto autosospendere per poter candidarsi a sostegno del candidato Auletta e insieme alla forza di opposizione di Rifondazione Comunista - sottolineano dal PD - l’affermazione 'Pisa è la città Italiana con più verde per abitante' è scritta con chiarezza alle pagine 68/69 del dossier 'Ecosistema urbano 2012'. Legambiente Pisa dice che è improprio considerare nel conteggio il Parco di San Rossore che Legambiente nazionale, invece, ha voluto considerare in questa classifica. Peraltro tutti i parchi italiani (alcuni ben più grandi di San Rossore) insistono su qualche comune e, nonostante questo, Pisa è la prima".

"Non conteggiare le aree del Parco contraddice le migliaia di famiglie, pisane e non, che ogni giorno, soprattutto in queste splendide giornate di primavera, affollano San Rossore fruendone le bellezze - affermano ancora dal Partito Democratico - quanto al verde fruibile per abitante, in questi ultimi 5 anni Pisa ha investito in parchi e aree verdi, che sono passati da 750.000 mq nel 2008 a 930.000 mq, segnando un più 24%. Stiamo inoltre per realizzare altri tre grandi parchi (Cisanello, San Giusto e Cittadella) e il recupero delle Mura libererà molti altri ettari di verde. Nei prossimi anni le aree urbane verdi praticamente raddoppieranno".

"Se si cerca l’oggettività, questi sono i fatti - concludono - da Legambiente Pisa ci aspettiamo un contributo in proposte e non in polemiche. Quelle lasciamole agli altri candidati a sindaco".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Verde a Pisa, il Partito Democratico: "Legambiente smentisce se stessa"

PisaToday è in caricamento