Cronaca

Commercio: vertice operatori-amministrazione sui problemi del centro

Consegnato all'amministrazione un programma sugli interventi possibili. Confcommercio: "Negli ultimi dieci anni a Pisa è scomparso il 10% dei negozi al dettaglio"

Una delegazione di commercianti ha presentato all'amministrazione un programma dettagliato, in nove punti, per risolvere i problemi del centro. All'incontro con molti esponenti della giunta, come gli assessori Paolo Pesciatini, Giovanna Bonanno, Raffaele Latrofa e Massimo Dringoli, insieme al sindaco Michele Conti, hanno partecipato i commercianti Lucia Sandroni, Dario De Nigris, Michele Paolicchi, Gioacchino La Vecchia, Mario Bardelli e Alessio Salvini. Con loro il direttore Federico Pieragnoli di Confcommerico Pisa.

I temi sono quelli ormai conosciuti: numeri negativi del commercio, sicurezza da garantire, degrado, movida da regolamentare, ztl e parcheggi, senza dimenticare abusivismo e contraffazione. Poi si è trattato di tasse locali da ridurre, turismo da rilanciare e tassa di soggiorno da impiegare efficacemente, passando per la valorizzazione di aeroporto e infrastrutture. 

Il vertice si è chiuso, giovedì 27 settembre, con la consegna di un documento al Comune: "Sono passati otto anni da quando ci presentammo in questo stesso palazzo con una bara per celebrare il funerale del commercio pisano - ha detto il direttore Pieragnoli - purtroppo avevamo ragione, visto che negli ultimi dieci anni a Pisa è scomparso il 10% dei negozi al dettaglio, con la chiusura definitiva di tanti negozi storici e di qualità e l'esplosione incontrollata e colpevolmente tollerata da parte delle precedenti amministrazioni comunali di minimarket e take away troppo spesso completamente fuori dalle regole. Scelte scellerate che hanno peggiorato drasticamente il volto della città, altrettanto gravemente ferito da furti, rapine, spaccate, illegalità e diffuso degrado urbano".

Confcommercio si pone "con spirito costruttivo e collaborativo" verso l'amministrazione, al fine di "non commettere gli errori del passato, per il bene della città e della sua economia". Fra le richieste l'implementazione di ordinanze anti-degrado e anti-alcool, la riapertura della ztl ed un nuovo piano di parcheggi, bastione Sangallo compreso. "Il sindaco Conti ha condiviso il documento - ha riferisto Pieragnoli - che ha garantito il massimo impegno su tutti i punti, nuove assunzioni di vigili, controlli serrati e introduzione di regolamenti più restrittivi sul modello di Lucca". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio: vertice operatori-amministrazione sui problemi del centro

PisaToday è in caricamento