Videosorveglianza a Pisa: per fine estate attive 21 nuove telecamere

Cantieri in corso a Porta a Lucca, Porta Fiorentina e Porta a Mare: L'assessore Bonanno: "Già in programma altri interventi in centro e al Cep"

Prosegue l’investimento dell’Amministrazione Comunale nell’installazione di impianti di videosorveglianza in molti quartieri della città. Cantieri in corso sia a Porta Fiorentina, su lungarno Guadalongo, via Cattaneo, piazza Guerrazzi e via Benedetto Croce per completare l’installazione di 11 telecamere, che nel quartiere di Porta a Lucca dove vengono posizionate 4 telecamere. A Porta a Mare inoltre sono già state installate 6 telecamere che a breve, grazie al collegamento con la fibra ottica, verranno messe in funzione. 21 telecamere dunque pronte a fine estate, per un investimento complessivo di 130mila euro, a cui si andranno ad aggiungere interventi già programmati in centro, in zona piazza Cavalieri, e nel quartiere del Cep.

In questa settimana terminano i lavori di scavo su lungarno Guadalongo e l’intero intervento sarà completato per settembre. Nel dettaglio vengono posizionate 3 telecamere lungo il parcheggio sul lungarno, 1 nella parte bassa, 2 in via Cattaneo, 1 in via Fiorentina, 2 in zona piazza Guerrazzi e 2 in via Croce nella zona delle scuole, che rientrano all’interno del progetto 'Scuole Sicure' in collaborazione con le Prefettura di Pisa. A Porta a Lucca il nuovo impianto di videosorveglianza viene realizzato in zona stadio, con 2 telecamere in via Contessa Matilde, una in via XXIV Maggio e una in via Santo Stefano. A Porta a Mare le 6 postazioni coprono l’area intorno al sottopasso ciclabile e la rotatoria di via Aurelia e verranno messe in funzione entro il mese di agosto.

"La nostra Amministrazione - dichiara l’assessore alla sicurezza Giovanna Bonanno - ha investito molte risorse per la realizzazione di nuovi impianti di videosorveglianza in quartieri della città che erano ancora sprovvisti. Dal nostro insediamento, nell’arco di circa due anni, abbiamo posizionato ben 42 nuove telecamere. Ma non ci fermiamo qui: sono già in programma interventi in centro storico e nelle periferie, partendo dal Cep, per poi proseguire in tutti i quartieri, espandendo il più possibile la rete di telecamere alle aree della città ancora non coperte. Gli impianti realizzati sono dotati di tecnologia di ultima generazione, che consente la registrazione di immagini di ottima qualità, in grado di identificare le persone anche in condizioni di ridotta visibilità, assicurando così un valido supporto alle attività di indagine delle forze dell’ordine. L’estensione della rete di copertura costituisce uno strumento utile che si affianca alle attività di controllo del territorio intensificate negli ultimi due anni, grazie all’aumento del personale della Polizia Municipale, e che contribuisce alla creazione di un sistema di sicurezza più efficace per la città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento