Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Gita in battello? Non solo. Il trasporto pisano apre alle vie d'acqua

L'associazione Arno, che ha inaugurato la sede presso il canale Navicelli, ha lanciato l'idea di utilizzare la via d'acqua per il trasporto urbano. Così Pisa diventerà sempre più "navigabile"

Muoversi in città sfruttando l'acqua. E' l'obiettivo lanciato dall'associazione Arno, il polo della nautica della Cna di Pisa, che ieri ha inaugurato la sede presso il canale dei Navicelli. Il battello infatti non compirà soltanto gite turistiche dal canale al cuore di Pisa lungo l'Arno ma presto diventerà anche un mezzo di trasporto per la mobilità urbana nel tratto cittadino del fiume (Riglione-Cisanello-Ospedale) collegandolo al centro della città e ai quartieri occidentali.


"La collaborazione con le istituzioni locali - ha spiegato Maurizio Bandecchi di Cna - è la conferma del percorso compiuto e degli obiettivi che ancora restano da perseguire e da cogliere, come appunto la rinnovata vocazione per la logistica, l'idea di inserire a pieno titolo le vie d'acqua nel sistema della mobilità per cittadini e turisti, la vocazione produttiva e la cantieristica ampliata dalla presenza di Ikea, o la possibilità di ospitare attività sportive come il canottaggio". "Secondo noi, quindi, i poli attraverso i quali il sistema delle vie d'acqua si dovrà sviluppare - ha aggiunto Bandecchi - sono costituiti da porto turistico di Marina di Pisa, Golena d'Arno, Darsena Pisana, canale dei Navicelli, porto di Livorno e foce dello Scolmatore e dalle opere che le metteranno in collegamento fra loro (foce armata; incile; navigabilità dell'Arno)".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gita in battello? Non solo. Il trasporto pisano apre alle vie d'acqua

PisaToday è in caricamento