Cronaca

Coronavirus e nuove misure: a Calci vietato l'accesso al Monte Serra

Non permesso l'uso della sentieristica e ribadito il divieto di praticare attività di gruppo

In seguito ai recenti Dpcm e provvedimenti emanati dal Presidente della Giunta Regione Toscana, il sindaco di Calci ha emesso un' ordinanza con la quale dispone ulteriori misure di contenimento alla diffusione del Coronavirus. In particolare si tratta di misure specifiche per l'area del Monte Serra e la sentieristica del Monte Pisano, con il divieto assoluto di svolgimento di attività collettive in area pubblica o aperta al pubblico e disposizioni sulla fruizione di aree verdi.

Il sindaco ordina fino al 5 maggio:

- il divieto assoluto di accedere sia all'area del Monte Serra (a partire dalla località Tiricella) lungo i collegamenti viari, sia alla rete della sentieristica del Monte Pisano in territorio calcesano. Da tale divieto sono esclusi mezzi e operatori delle forze di polizia, di protezione civile, di emergenza, di AIB, i soli residenti lungo la via Provinciale del Monte Serra, i proprietari e gestori di strutture che debbano recarvisi per la verifica della funzionalità delle medesime, le attività legate alle lavorazioni consentite ivi comprese le attività enogastronomiche nel rispetto delle normative vigenti, e comunque coloro che abbiano una motivazione consentita (con esclusione di passeggiate e attività sportiva) dal Dpcm vigente ed attestata con la apposita autocertificazione.

Fino al 17 maggio l'ordinanza impone:

- il rispetto di tutte le prescrizioni di sicurezza e prevenzione diffuse dalle autorità sanitarie preposte con particolare riguardo all’obbligo di indossare mascherine ed alla distanza interpersonale da mantenere nei contatti che non possono essere evitati in aree pubbliche o aperte al pubblico o private;

- il divieto di assembramenti e l’obbligo di mantenere nell’espletamento delle attività consentite dalle norme vigenti tutte le richiamate disposizioni di prevenzione ed in particolare le distanze interpersonali minime previste per le diverse attività. E' consigliato sempre mantenere un distanziamento a 2 metri;

- il divieto di praticare qualsiasi attività (ricreativa, sportiva, etc) in maniera organizzata e collettiva (salvo accompagnatori di persone non totalmente
autosufficienti come indicato nelle disposizioni vigenti) in tutto il territorio comunale in area pubblica o aperta al pubblico;

- nelle aree verdi pubbliche e private ad uso pubblico è vietato l'utilizzo delle strutture gioco per bambini e quelle per l'esercizio fisico. Anche in tali aree, che sono comunque aperte al pubblico passaggio ed utilizzabili da tutti conformemente alla normativa vigente ed ai punti 1, 2 e 3 della presente ordinanza, è assolutamente vietata ogni forma di assembramento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus e nuove misure: a Calci vietato l'accesso al Monte Serra

PisaToday è in caricamento