Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Piazza XX Settembre

Vigilanza speciale per il sindaco: "La Polizia Municipale servirebbe altrove"

Sono i Cobas ad attaccare sul provvedimento che sancisce la presenza di agenti fuori dall'ufficio del primo cittadino. Due anni fa il sindaco era finito sotto scorta in seguito alle tensioni nate per lo sgombero delle bancarelle del Duomo

"Si dispone, con decorrenza immediata, che tutti i giorni, su entrambi i turni di servizio, antimeridiano e pomeridiano, venga effettuata vigilanza costante all'esterno dell'Ufficio del Sig. Sindaco. Tale servizio sarà curato da n.1 unità che si terrà costantemente in contatto con l'Ispettore di turno per comunicargli eventuali criticità che dovessero emergere nel corso del servizio prestato e/o che dovessero essere comunicate dalla Segreteria del Sindaco.
L'Ufficio Servizi curerà i consueti rapporti con la Segreteria del Sindaco al fine di conoscere eventuali impegni di quest'ultimo che richiedano vigilanza oltre le ore 19.30; analogamente l'Ufficio servizi avrà cura di accertare l'eventuale presenza del Sig. Sindaco in sede nei giorni di sabato, domenica e festivi".

Recita così il documento firmato dal dirigente Pietro Pescatore, il comandante facente funzioni della Polizia Municipale di Pisa, che, con data 9 settembre, sancisce la vigilanza dell'ufficio del primo cittadino Marco Filippeschi a Palazzo Gambacorti, con tanto di possibilità di estensione del servizio a seconda degli impegni del sindaco. E scoppia la polemica.

"Il documento sancisce la presenza di due agenti di Polizia Municipale al giorno solo davanti alla porta del sindaco quando di questi agenti ci sarebbe bisogno altrove come per altro chiedono tutti i cittadini pisani - affermano dai Cobas Pubblico Impiego - da due settimane il sindaco ha ricevuto una lettera della Rsu e delle organizzazioni sindacali che gli chiedono un incontro sulle problematiche dei vigili e sulla assenza di un dirigente a tempo pieno per gli stessi. Ma il sindaco non si è neppure degnato di rispondere nonostante non passi giorno che invochi la presenza della Polizia Municipale anche per interventi discutibili come lo sgombero della Bigattiera".

"Il sindaco ha responsabilità ben precise perché si è atteso troppo tempo per la nomina del nuovo comandante per altro con un bando discutibile (il sindaco si riserva di scegliere uno tra i primi 5 classificati come se assegnassimo la medaglia d'oro in una competizione non al primo ma ai primi cinque indistintamente al di là del risultato finale) - aggiungono i Cobas - ha assegnato le funzioni provvisorie ad un dirigente che ha anche altri incarichi dopo la impossibilità per decreto legge di nominare un nuovo comandante in attesa degli esuberi dalla Provincia".

"Non aggiungiamo altro - concludono - i fatti si commentano da soli e dimostrano che il personale e i servizi comunali sono l'ultimo dei pensieri del sindaco nonostante gli spot a mezzo stampa"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilanza speciale per il sindaco: "La Polizia Municipale servirebbe altrove"

PisaToday è in caricamento