Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Vigili del Fuoco di Pisa: esercitazioni d'emergenza e nuove dotazioni

Formazione regionale a San Rossore per 80 operatori contro il rischio Nucleare Biologico Chimico Radiologico. Poi il 7 aprile workshop e consegna di strumentazioni per l'intervento in emergenze alluvionali

Nei giorni 4, 5, 6 e 7 aprile si è svolta nella Tenuta di San Rossore a Pisa una esercitazione regionale NBCR, alla seconda edizione, che ha visto coinvolto il personale della Toscana con la formazione operativa per il rischio Nucleare Biologico Chimico Radiologico NBCR di II livello, per complessive 80 unità (2 unità/comando per turno di servizio).

L'esercitazione ha previsto 2 scenari, NR e BC, con percorsi predefinti, dove il personale, assistito da tutor e istruttori provenienti dai Comandi di Pisa, Firenze, Livorno e personale del Laboratrio di difesa atomica di Roma, sono stati chiamati a mettere in atto le specifiche procedure operative con l'impiego di strumentazione dedicata in dotazione ai nuclei provinciali.

Nel corso delle esercitazioni sono intervenuti il Direttore Regionale Ing Agresta, il Dirigente della DCEST Ing. Pianese e la responsabile nazionale del settore NBCR Ing. Fiore, che hanno apprezzato sia l'iniziativa che la location che ha permesso di svolgere tutte le fasi esercitative ricreando situazioni di intervento molto vicine alla realtà.

Il 7 aprile inoltre alla caserma di Pisa si è tenuto il workshop di presentazione del 'Modulo SOCRA Toscana'. Tale modulo rappresenta un nuovo modello organizzativo della Sezione Operativa versione Alluvione, prevista dalla normativa vigente.

"La creazione di questo nuovo modello organizzativo nasce dalla necessità di migliorare il sistema di risposta del CNVVF che tenga conto di tutte le specializzazioni e specificità che sono chiamate a operare in ambito alluvionale, delle aspettative della collettività e del necessario miglioramento delle condizioni di lavoro e sicurezza degli stessi soccorritori" spiegano in una nota il Comando dei Vigili del Fuoco di Pisa.

"A tal proposito - prosegue - è stato rivisto anche il piano operativo SOCRA ed è stata pianificata la composizione della Sezione Operativa definendo il numero degli operatori nelle varie qualifiche/specialità/specializzazioni e dei mezzi necessari". Al termine dei lavori a cui ha preso parte il Direttore Regionale, il Direttore Centrale dell'Emergenza, i comandanti della Regione Toscana e il personale responsabile dei vari settori operativi in ambito alluvionale, è stata consegnata ai comandi provinciali la prima parte dei mezzi e attrezzature facenti parte la SOCRA costituito da un mezzo per il trasporto del personale e un carrello con le attrazzature operative specifiche.

socra strumenti-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili del Fuoco di Pisa: esercitazioni d'emergenza e nuove dotazioni

PisaToday è in caricamento