Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Vigili del Fuoco in provincia: più di 6mila interventi in un anno, quasi 17 al giorno

Il comandante provinciale Ugo D'Anna ha fatto il bilancio dell'attività del corpo in occasione delle celebrazioni per la festa di Santa Barbara: "Preoccupati per il progressivo invecchiamento dei mezzi e per la mancanza di fondi"

Più di 6mila interventi in un anno, una media di quasi 17 al giorno, e quattro nuovi funzionari in organico per rispondere al meglio alle richieste dei cittadini. Ma anche forte preoccupazione "per il progressivo invecchiamento dei mezzi di soccorso" e per la mancanza di fondi. Sono questi gli aspetti più importanti emersi ieri durante il discorso pronunciato dal comandante provinciale dei Vigili del Fuoco, Ugo D'Anna, in occasione delle celebrazioni per la festa di Santa Barbara. Discorso nel quale è stato fatto il bilancio dell'attività dei pompieri durante l'anno in corso.

INTERVENTI E VERIFICHE. Sul territorio provinciale sono stati effettuati 6080 interventi (nel 2014 erano stati 6056). Stabile anche il numero di chiamate per incendi e incidenti stradali. Per quanto riguarda le verifiche, sia a livello preliminare sui progetti sia a livello di sopralluoghi finalizzati al rilascio del certificato di prevenzione incendi, sono state trattate 1076 pratiche e ne sono state concluse 735.

PERSONALE E FORMAZIONE. Sono entrati in servizio da pochi giorni 4 nuovi funzionari tecnici. "Un incremento di organico salutare e consistente - ha detto il comandante provinciale D'Anna - come auspicato da tempo". Il comandante ha poi sottolineato "la presenza in provincia, 24 ore al giorno per 365 giorni l'anno, di almeno 5 squadre permanenti, più i volontari, a proposito dei quali voglio sottolineare che altri 30/35 saranno prossimi ad entrare al termine del corso in svolgimento che si concluderà a gennaio".

Intensa anche l'attività di formazione: sono stati organizzati 12 corsi di formazione con 40 esami effettuati, per un totale di 195 lavoratori formati come addetti antincendio e 399 attestati di idoneità rilasciati.

VIGILANZA PUBBLICA E SUL LAVORO. A tutela dei cittadini sono stati espletati 233 servizi di vigilanza in luoghi ad elevata presenza di pubblico. Il personale dei Vigili del Fuoco ha anche contribuito al buon andamento di 25 manifestazioni pubbliche. Numerose, poi, le attività di controllo congiunte per la verifica del rispetto delle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro e delle verifiche ispettive di settore nelle attività produttive.

SEDI E MEZZI SEQUESTRATI. Nonostante le difficoltà economiche sono stati effettuati lavori di riqualificazione alla sede di Saline di Volterra e attivata, a Pisa, la parte di sede centrale che ospita in questo momento i Vigili del Fuoco. "Da questo punto di vista - ha affermato D'Anna - bisogna anche citare l’attivazione della base sull’Arno che sarà utile per il soccorso sul fiume e la ristrutturazione del sub distaccamento aeroportuale".

Ha dato buoni frutti anche il lavoro fatto per il recupero di mezzi sequestrati, grazie al quale sono state acquisite alcune auto, un trattore stradale, due piccoli autocarri, e molti mezzi per altri comandi della Toscana. "Segnalo invece il progressivo invecchiamento degli automezzi di soccorso - ha concluso D'Anna - per i quali non si intravedono assegnazioni a breve termine, ed è questa una fonte di notevolissime preoccupazioni".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigili del Fuoco in provincia: più di 6mila interventi in un anno, quasi 17 al giorno

PisaToday è in caricamento