Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Sanità, Nursind Pisa: "Allentare il vincolo di esclusività degli infermieri"

La richiesta formulata dal sindacato intende fornire una soluzione alla carenza di personale nelle Rsa

Le gravi carenze di personale infermieristico che le strutture sanitarie private stanno lamentando ha ragioni che non sono da ricondurre solo all’effetto pandemia. Secondo Nursind Pisa, il sindacato del personale infermieristico, le motivazioin sono da cercare altrove. "Da sempre, le Rsa o il 'privato' sono luoghi di passaggio per molti infermieri in attesa di potersi poi spostare nel Sistema Sanitario Nazionale".

"E le ragioni sono sia di tipo economico che professionale - prosegue la nota di Nursind Pisa - troppo spesso infatti le retribuzioni nel privato sono sensibilmente più basse rispetto a quelle del pubblico e i contratti sono spesso precari. Per non parlare degli 'stage' gratuiti o i periodi di prova, anch’essi gratuiti, che alcune cooperative propongono prima dell’assunzione. Ma non è solo l’aspetto economico a minare la fiducia degli infermieri per il privato. Una delle ragioni più forti è il demansionamento a cui spesso sono sottoposti gli infermieri in queste strutture, dove viene chiesto di fare di tutto, dall’amministrativo all’ausiliario e spesso anche le pulizie"

Il sindacato continua: "E' tuttavia chiaro che l’emergenza attuale debba essere superata. Soluzioni tampone che potrebbero dare un po’ di respiro alle strutture private, ma soprattutto maggiore tranquillità ai ricoverati che adesso si trovano senza assistenza infermieristica durante lunghi periodi della giornata, potrebbero essere offerte dall’azienda sanitaria Tno e da Aoup che potrebbero venire in aiuto alle strutture private in due modi. Il primo, allentando il vincolo di esclusività del rapporto di lavoro dei propri infermieri, autorizzando chi vuole a contrattare con le strutture private  un certo numero di ore per coprire i turni scoperti. Il secondo, chiedere al privato i fondi necessari ad incentivare gli infermieri delle due aziende pubbliche in modo che, su base volontaria, si rendano disponibili a coprire i turni nelle rsa".

"Certo è che il futuro non sarà comunque semplice per queste strutture se non modificheranno i contratti di assunzione e i compiti affidati agli infermieri - conclude Nursind Pisa - anche perché se il piano del governo per il rafforzamento del Sistema Sanitario sarà confermato, tutti gli infermieri che da qui a 7 anni si laureeranno saranno assorbiti dal Ssn e forse nemmeno basteranno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, Nursind Pisa: "Allentare il vincolo di esclusività degli infermieri"

PisaToday è in caricamento