menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violenza sulle donne: Santa Croce inaugura due nuove panchine rosse

Celebrazione e sensibilizzazione nella Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne

"La pandemia non ferma la violenza sulle donne. 1522 numero antiviolenza e antistalking". Così recita lo striscione appeno al palazzo comunale di Santa Croce dell'Arno. Un altro è appeso poi alla Biblioteca comunale Adrio Puccini, sempre per ricordare alla cittadinanza che il 25 novembre è la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

"Quest’anno - dichiara l’Assessora alle Pari opportunità Nada Braccini - non è possibile organizzare nessuna manifestazione in presenza, viste tutte le norme di prevenzione anticovid. L’amministrazione comunale ha deciso, quindi, di inaugurare in maniera molto semplice due panchine rosse, che si aggiungono alle tre già presenti sul territorio. La prima in piazza del Popolo, la seconda in via del Bosco".

In piazza del Popolo l’amministrazione ha acquistato e posizionato la panchina rossa, mentre in via del Bosco la titolare dell’azienda Ferradini Bruno, Patrizia Ferradini, che da tempo ha adottato lo spazio pubblico, ha deciso di dipingere di rosso una delle due panchine presenti. "Per questo la ringraziamo e raddoppiamo il messaggio: la violenza contro le donne va combattuta continuamente, senza sosta, e in questo periodo di pandemia con ancora più attenzione e determinazione" commenta il sindaco di Santa Croce sull’Arno Giulia Deidda, che prosegue: "La violenza domestica è aumentata con il lockdown e le zone rosse. I dati del Ministero dell’Interno lo confermano, purtroppo. E' importante diffondere e far conoscere il più possibile il numero antiviolenza e antistalking, il 1522, e condividere le informazioni sui percorsi che si possono attivare per le vittime di violenza, che prima di tutto non devono avere paura di dover affrontare tutto da sole. Ho visto in rete che ci saranno molte iniziative, basta cercare l’hashtag #25novembre per scoprirle. Io ho deciso di fare 91 secondi di silenzio dedicato alle 91 vittime di femminicidio in Italia nel 2020, condividendo un video su facebook e instagram".

Conclude il primo cittadino: "Un modo per accendere una luce sul tema, che non dev’essere per nessun motivo messo in secondo piano, in questo periodo di emergenza sanitaria, che porta con sé anche altre emergenze. Voglio anche ringraziare Patrizia Ferradini a nome della comunità che io rappresento come Sindaco e che lei vive come cittadina e come imprenditrice; la voglio ringraziare perchè ritengo che il suo gesto abbia un grande valore, proprio perchè è il gesto di una cittadina consapevole, di una donna e di un’imprenditrice che conosce il valore sociale del suo ruolo e del lavoro in genere, come ha dimostrato più volte in questi anni. Grazie a Patrizia e grazie a tutte le donne che in tanti modi ogni giorno sostengono le donne".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

social

Piatti regionali, la ribollita toscana: la ricetta

social

Dolci regionali, la ricetta dei cantucci toscani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento