Cronaca

Botte ad un conoscente per estorcere denaro: arrestato

L'uomo pretendeva gli interessi su un vecchio prestito già saldato dalla vittima. Alla fine è finito in carcere: sul suo conto pendevano altre condanne

E' stato arrestato dalla polizia del Commissariato di Pontedera un macedone di 41 anni, colpito da ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di tentata estorsione e lesioni personali aggravate nei confronti di un cittadino italiano.

L’arrestato, infatti, nei primi giorni di novembre, ha messo in atto una serie di comportamenti vessatori nei confronti del suo conoscente italiano, pretendendo da quest’ultimo l’elargizione di una somma di denaro a titolo di interessi quale compenso per un pregresso prestito, regolarmente restituito dal debitore. La vittima non ha però ceduto alla richiesta e così il 41enne è passato alle maniere forti, usando in più occasioni violenza e colpendo l'italiano alle costole, alla schiena e al volto, fino a costringerlo a ricorrere alle cure del pronto soccorso e successivamente a denunciarlo.

Il cittadino macedone era inoltre gravato da un secondo provvedimento di arresto per il cumulo di pene relative a 16 condanne definitive per furti ed una lunga serie di violazioni a divieti di ritorno in vari comuni della provincia di Pisa, per un totale da scontare di 6 anni e 7 mesi di reclusione, per cui al termine delle incombenze di rito è stato consegnato al carcere di Pisa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte ad un conoscente per estorcere denaro: arrestato

PisaToday è in caricamento