Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca

Madre denuncia il figlio ventenne: minacce di morte e violenze in casa

Per il giovane, denunciato dalla stessa madre, sono scattate le manette. E' rimasto in carcere per 10 giorni, poi, all'interrogatorio di garanzia, la sua versione dei fatti ha ridimensionato la vicenda: è tornato a casa dalla madre

Dieci giorni di carcere per un ventenne della provincia, dopo una furiosa lite con la madre. Il giovane avrebbe chiesto alla donna 300 euro. Di fronte al rifiuto il ragazzo dà in escandenscenza: i due iniziano a litigare, il ragazzo getta a terra il cellulare della donna, intenzionata a chiamare i Carabinieri, e poi se ne va di casa sbattendo la porta.

La madre decide comunque di denunciare il figlio, spiegando ai militari che in precedenza avrebbe già subito violenze. Così il giudice per le indagini preliminari Pietro Murano emette sentenza di custodia cautelare al Don Bosco per il ragazzo, accusato di estorsione, violenza privata, maltrattamenti in famiglia e minacce.

Stando al racconto della madre, il figlio avrebbe chiesto più volte ingenti somme di denaro per procurarsi la droga, minacciando di morte la madre stessa e anche il fratello (i tre vivono nella stessa casa dopo la separazione della donna dal marito).


Ma all'interrogatorio di garanzia la situazione si ribalta a favore del giovane irrequieto: pur confermando infatti la furiosa lite, il ragazzo, che soffre comunque di disturbi della personalità, ha raccontato nei dettagli l'accaduto, negando di essere tossicodipendente. Il quadro della vicenda è stato così notevolemente ridimensionato. Il figlio è stato scarcerato ed è tornato a vivere nella casa materna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Madre denuncia il figlio ventenne: minacce di morte e violenze in casa

PisaToday è in caricamento