Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca San Miniato

San Miniato: ubriaco e con coltelli in mano minaccia di morte moglie e figli

L'uomo negli ultimi mesi ha compiuto atti di violenza nei confronti dei suoi familiari. Nel corso dell'ultima lite uno dei figli ha chiamato i Carabinieri. Il 52enne è stato arrestato: gli era già stata ritirata la patente

Un italiano di 52 anni, operaio in una conceria del comprensorio del cuoio, è stato arrestato dai Carabinieri della Compagnia di San Miniato a seguito di ripetuti episodi di violenza nei confronti della moglie e dei figli minori.

All’uomo, dal carattere particolarmente autoritario e frequentemente in stato di ubriachezza, recentemente era stata ritirata anche la patente di guida poiché sorpreso in stato di ebbrezza, circostanza che, tuttavia, non lo aveva indotto a modificare la propria condotta, scaricando sulla consorte e i figli tutta la sua frustrazione, con una aggressività ancor più esasperata dal ripetuto abuso di alcol. Proprio una lite legata alla volontà dell’uomo di usare l’auto di famiglia e al tentativo della moglie di impedirglielo visto che oltre ad essere senza patente era anche ubriaco, è stata la causa che ha scatenato l’ennesimo episodio di violenza. L'uomo ha picchiato e minacciato di morte i suoi familiari, brandendo grossi coltelli da cucina e senza fermarsi neanche dopo l’arrivo dei Carabinieri, chiamati senza che il padre se ne accorgesse da uno dei figli minori.

Di fronte ai militari, una volta tornato in sé, l’uomo ha cercato di sminuire quanto accaduto, affermando di essere lui la vittima della situazione, visto che la moglie e i quattro figli si erano ingiustamente coalizzati contro di lui.

L'uomo è stato arrestato ed accompagnato al Don Bosco di Pisa dove si trova tuttora detenuto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Miniato: ubriaco e con coltelli in mano minaccia di morte moglie e figli

PisaToday è in caricamento