Cronaca

Sevizia l'anziana nonna che lo aveva accolto in casa: nipote in manette

Il giovane era andato ad abitare con la nonna a causa di un difficile rapporto con la madre. Per l'anziana l'inizio di un incubo: il nipote infatti la sottoponeva a minacce, percosse, sputi, arrivando a colpirla nel sonno anche con il bastone

Un rapporto fatto di frequenti e violenti litigi tra madre e figlio. Così la nonna interviene e decide di ospitare in casa il nipote di 23 anni. E' l'inizio di un incubo per l'anziana signora, sottoposta ad ogni genere di sevizia.

Per più di un anno è stata costretta infatti a tollerare le più inumane vessazioni ad opera del nipote: minacce di morte, calci, pugni, sputi, insulti irripetibili e di una crudeltà inaudita erano all’ordine del giorno. La nonna è stata in più di un’occasione picchiata nel sonno dal nipote che, per percuoterla, utilizzava anche il bastone di deambulazione della donna.

E’ stato proprio in occasione di uno dei ferimenti più gravi, questa volta provocato da un coltello da cucina, che l'anziana ha avuto il coraggio di denunciare.

La Squadra Mobile della Questura di Pisa ha attivato prontamente le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Dott.ssa Lydia Pagnini, all’esito delle quali si sono aperte le porte del carcere per il nipote violento, ponendo così la parola fine ad un anno di orrori. Il giovane, con precedenti per rapina e stupefacenti, è stato arrestato per il reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni aggravate e continuate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sevizia l'anziana nonna che lo aveva accolto in casa: nipote in manette

PisaToday è in caricamento