Cronaca

'Visit3V': l'app che ci fa conoscere il nostro territorio

L'applicazione è il frutto del lavoro degli studenti dell'istituto I.T.C.G. 'E. Fermi' di Pontedera e si prefigge l'obiettivo di facilitare e migliorare la conoscenza del territorio della provincia pisana

'Visit3V' è il progetto ideato e sviluppato dagli studenti dell'istituto I.T.C.G. 'E. Fermi' di Pontedera per la promozione e la conoscenza delle bellezze paesaggistiche, museali ed architettoniche della provincia pisana. Nata dal confronto fra i professori Vittipaldi e Fascetti, rispettivamente dirigente scolastico e docente in Lettere dell'istituto, l'idea è stata concretizzata dalle classi aderenti al progetto 'Esplora', partecipante al Concorso Nazionale MIUR 'Processi didattici nei musei, nei siti di interesse archeologico, storico e culturale o nelle istituzioni culturali scientifiche', indetto nel 2015.

'VISIT3V'. Il progetto della scuola pontederese è risultato essere uno dei tredici vincitori a livello nazionale, e destinatario di una borsa di finanziamento dell'importo di 80.000 euro. Hanno partecipato all'ideazione ed allo sviluppo nove classi del triennio, insieme al SUAP dell'Unione Valdera, l'Unione dei Comuni della Valdera e il Comune di Vicopisano, l'Ufficio informazioni ed accoglienza turistica del Comune di Pontedera e dell'Unione Valdera e l'azienda Baby Out Srl.

L'app (studiata per dispositivi mobili con sistema operativo Android e iOS) fa base su motore proprietario ('Baby Out') che sfrutta le potenzialità delle cosiddette 'Mappe interattive virtuali'. Queste permettono di effettuare una ricognizione dei principali punti di interesse di un territorio indicizzati come musei, ristoranti, monumenti, chiese, insediamenti storico-culturali, mostre ed altri, ciascuno dotato di un set minimo di contenuti multimediali interattivi. Tali contenuti sono predisposti interamente ed in autonomia dagli studenti, sotto la supervisione dei docenti, in collaborazione con gli enti elencati sopra, e tutti i soggetti che eventualmente esprimessero la volontà di fare parte integrante del progetto.

Lo scopo dell'applicazione è quello di promuovere e rendere vivo l'interesse per il territorio in cui si vive e ci si sposta, coinvolgendo i fruitori stessi secondo il modello ampiamente affermato dei social network.
Nel nome il '3V' indica le tre valli nelle quali è suddivisa la provincia pisana: Valdera, Valdicecina (Volterra) e Valdarno (S. Maria a Monte, S. Miniato ecc.), cuore del progetto e punto di partenza, secondo gli ideatori, di un viaggio che punta alla promozione del territorio, sfruttando l'assonanza con il '3D' che caratterizza ogni creazione di ultima generazione, e che per assonanza può essere accomunato alla triade 'Viaggia, Visita, Vivi', centrale in un paesaggio quale quello della provincia considerato 'museo a cielo aperto'.

"L'idea è nata proprio dalla constatazione che la Toscana, e più in generale l'Italia, sono considerate come un vero e proprio museo a cielo aperto - spiega il prof. Vittipaldi - con 'Visit3V' intendiamo promuovere buone ed innovative pratiche didattiche, sia per gli studenti che per i docenti. Ovviamente l'app dovrà risultare utile anche come strumento per la valorizzazione del territorio, lo sviluppo ed il rafforzamento delle sinergie con gli enti ed i soggetti interessati alla collaborazione, e come supporto al turismo, scolastico e non".

Nel logo proposto come 'pin' dell'applicazione (in gergo 'leccalecca'), questi aspetti sono richiamati dalle tre colline, che indicano le tre valli del territorio, e dal museo stilizzato, chiaro rimando allo scopo del progetto e al concorso che lo ha finanziato.
L'app può essere scaricata gratuitamente da Google Play per Android, e dall'App Store di Apple per iOS.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Visit3V': l'app che ci fa conoscere il nostro territorio

PisaToday è in caricamento