rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Il presidente della Regione Giani in visita all'Ospedale San Cataldo: "Centro di eccellenza per il cuore"

Per il governatore si tratta di un centro che "merita le risorse economiche in arrivo dall’Europa"

Una visita dell’Ospedale San Cataldo-CNR della Monasterio, guidata dal direttore Generale Marco Torre unitamente ai rappresentanti del CNR di Pisa. Il presidente della Regione ha potuto toccare con mano l’eccellenza e l’alta specialità dell’ente, in particolare la componente dell’innovazione e della ricerca, oltre all’impostazione multidisciplinare.
La cartella clinica digitale, già esportata e condivisa in altre strutture, il progetto 'Ospedale virtuale', il laboratorio di medicina traslazionale, l’officina farmaceutica del CNR dotata di un ciclotrone che rappresenta una piattaforma unica nel suo genere, gestita in modo integrato con la Monasterio e in particolare con la Radiofarmacia e la Medicina Nucleare dove è possibile utilizzare radiotraccianti anche nelle attività cliniche e di sperimentazione clinica.
Da ultimo, non per importanza, il taglio del nastro per inaugurare il nuovo angiografo, uno strumento tecnologico di ultima generazione per tecniche avanzate di imaging, diagnostico e interventistico, nel campo della cardiologia e dell'elettrofisiologia.

"Ho ammirato il livello dell’attività clinica, di ricerca e di formazione, ma ciò che mi ha colpito particolarmente è lo spirito di squadra che si respira - dichiara il presidente della Regione Eugenio Giani - questa è un’azienda integrata perfettamente nel Sistema Sanitario Regionale. Un centro di eccellenza per il cuore che a livello nazionale onora la Toscana, emanando una luce che richiama l’attenzione ovunque. Sicuramente, una realtà che richiede un occhio particolare e che merita le risorse economiche in arrivo dall’Europa".

"Sono onorato della visita del presidente - afferma il direttore generale della Fondazione Monasterio Marco Torre - nel luogo in cui tutto ha avuto origine. È proprio all’interno del CNR e, in particolare, nell’Istituto di Fisiologia Clinica, che si fondano le radici della Monasterio. Grazie al sostegno della Regione Toscana e alla sinergia con i bisogni e le eccellenze del Servizio Sanitario Toscano, questo ente è progressivamente cresciuto e, ora, ha ulteriori grandi progetti di sviluppo, anche in sinergia con le Università toscane e, in particolare, con l’Università di Pisa e la Scuola Superiore Sant’Anna, con cui è già fortemente integrata. Il presidente Giani ha potuto conoscere la nostra realtà e in particolare la componente dell’innovazione e della ricerca, oltre all’impostazione multidisciplinare che ci contraddistingue: come ci ha insegnato il nostro fondatore, il Prof. Luigi Donato, il paziente al centro, tutto partendo e tornando all’uomo e ai suoi problemi, ponendo, virtualmente, attorno al letto del paziente ogni professionalità presente in Monasterio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente della Regione Giani in visita all'Ospedale San Cataldo: "Centro di eccellenza per il cuore"

PisaToday è in caricamento