Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico

Il maltempo non ferma il Presidente: Napolitano visita la città

Una bomba d'acqua che si è abbattuta sulla Capitale non ha permesso all'aereo del presidente di partire puntuale. Ecco il racconto della lunga giornata del Capo dello Stato, minuto per minuto

LA VISITA DEL PRESIDENTE GIORGIO NAPOLITANO MINUTO PER MINUTO

Ore 15,50: è terminata la visita di Napolitano. Il Presidente è ripartito per Roma.

Ore 15,05: Napolitano è entrato nella Domus Mazziniana per una visita privata.

Ore 14,50: il Presidente ha inaugurato Corso Italia. Ai giornalisti che gli hanno chiesto un commento sulla protesta degli universitari nei pressi del Palazzo della Sapienza, il Capo dello Stato ha risposto: "Non solo l'Università ma il mondo delle giovani generazioni: attraversiamo momenti difficili e non solo in Italia. Ma l'importante è trovare la rotta giusta".

Ore 13,35: è arrivata la conferma che Napolitano inaugurerà anche Corso Italia. Alle 15 infatti il Presidente della Repubblica passeggerà sul Corso, prima di visitare, in forma privata, la Domus Mazziniana. L’itinerario sarà sostanzialmente quello inizialmente previsto per questa mattina: il Capo dello Stato proseguirà lungo Corso Italia fino all’incrocio con via del Cottolengo. Quindi la camminata proseguirà su quest’ultima strada e, da qui, su via Mazzini fino all’ingresso alla Domus. L'inaugurazione del Corso era stata cancellata per il ritardo dell'arrivo di Napolitano, a causa del maltempo a Roma e per la pioggia prevista a Pisa. Ma ora il cielo è tornato sereno e la programmata visita è stata recuperata e reinserita nel cerimoniale della giornata pisana del Presidente.

Ore 13: si è conclusa l'inaugurazione dell'anno accademico. Napolitano ha lasciato il Palazzo della Sapienza. Tanti applausi da parte di circa 200 persone che hanno atteso fuori dal palazzo il presidente, che è uscito dall'ingresso principale e si è diretto verso la gente ricevendo gli applausi e i cori di incoraggiamento dei presenti per alcune decine di metri. Napolitano ha passeggiato lungo Via Curtatone e Montanara per salutare la folla presente prima di risalire in auto e lasciare il luogo della cerimonia. Ai giornalisti presenti il presidente ha anche rivelato di essere contento per la "straordinaria accoglienza ricevuta".

Ore 12:
sono una cinquantina i contestatori che hanno atteso l'arrivo del presidente Napolitano fuori dalla Sapienza, tutti appartenenti all'area dell'antagonismo universitario di Pisa e alla Rete dei comunisti. Questi ultimi hanno anche distribuito un volantino nel quale si legge "Caro Napolitano non sei il nostro presidente, guerra e sacrifici falli tu. Non saremo tra chi festeggia la tua visita Pisa. Il vostro debito non lo pagheremo e le vostre guerre non le faremo". Tra gli slogan gridati all'indirizzo del presidente "La crisi non la paghiamo". Fra i contestatori anche alcune bandiere "no Tav".

Ore 11,45: il Presidente entra nel Palazzo della Sapienza per l'inaugurazione dell'anno accademico.

Ore 11,30: il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è arrivato in Piazza Garibaldi accolto da una folla di cittadini e studenti delle scuole. I piccoli hanno intonato al suo arrivo l'Inno d'Italia e Napolitano li ha salutati stringendo le mani a diversi di loro. Contestazioni, invece, nei pressi della sede universitaria della Sapienza: alcune decine di studenti e militanti dell'area antagonista hanno gridato "Vergogna!" all'indirizzo di Napolitano. il Capo dello Stato ha anche incontrato una delegazione di lavoratori dei Cantieri di Pisa, ai quali ha detto di non mollare.

Ore 11,20: una trentina di studenti e precari stanno distribuendo un volantino a pochi metri dalla Sapienza di Pisa dove è previsto l'arrivo del Presidente della Repubblica. Nel volantino è scritto "Napolitano garante di tagli e finanziarie lacrime e sangue che continuano a distruggere il nostro presente e il nostro futuro di studenti e precari. Napolitano rappresenta austerità, orizzonte di accettazione di povertà rinunce e sacrifici". Il volantino si conclude con "Napolitano deve capire che nelle nostre università e nelle nostre città non c'é niente da inaugurare, firmato studenti indignati".

Ore 10: il sindaco Marco Filippeschi ha appena annunciato agli oltre mille alunni delle scuole pisane che assiepano la piazza sotto il comune le variazioni al programma della visita presidenziale, annunciando che Napolitano arriverà alle 11,15 in Piazza Garibaldi e invitando studenti e insegnanti a trasferirsi al di là del Ponte di Mezzo proprio di fronte al comune, per accogliere il Capo dello Stato. Sotto il palazzo civico sono presenti anche alcuni giovani dell'area antagonista che espongono uno striscione critico nei confronti dell'amministrazione comunale, accusandola di "spendere tutti i soldi per il centro, trascurando le periferie".

Ore 9,30: stravolto il programma della visita di oggi a Pisa del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. A causa di un violento nubifragio in corso a Roma, l'aereo presidenziale partirà dalla Capitale alle 10,30, ma non sono esclusi ulteriori ritardi. La presenza a Pisa del Presidente è prevista per le 11,30 con una sosta in Piazza Garibaldi, dove ci saranno i ragazzi delle scuole ad accoglierlo, poi tappa all'Università per l'inaugurazione dell'anno accademico. L'inaugurazione della Domus Mazziniana è spostata al pomeriggio, alle ore 15.



Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il maltempo non ferma il Presidente: Napolitano visita la città

PisaToday è in caricamento