rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Città blindata per la visita di Mattarella: studenti e No Green Pass scendono in piazza

Si preannuncia un lunedì caldo in concomitanza con l'arrivo in città del Capo dello Stato che inaugurerà l'anno accademico dell'Università e parteciperà ad un evento a San Rossore

Sarà una giornata intensa quella di lunedì 18 ottobre per la città della Torre che da un lato è pronta ad accogliere il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ma dall'altro è determinata a scendere in piazza. Lo faranno gli studenti universitari con un presidio in Largo Ciro Menotti, per denunciare la carenza di spazi per studiare, e lo faranno i No Green Pass con un presidio fissato per le 9 in Piazza Martiri della Libertà. La città dunque si ritroverà blindata con forze dell'ordine che vigileranno sulla sicurezza e molte strade chiuse.

"Fateci spazio": gli studenti denunciano le carenze dell'università e tornano in piazza

"Il Green Pass rappresenta un dispositivo repressivo in un paese nel quale l’80% della popolazione risulta vaccinata e senza Green Pass non si accede ai posti di lavoro e si resta senza stipendio - sottolineano dal Comitato No Green Pass - in università il Green Pass limita l’accesso ai servizi che dovrebbero essere garantiti a tutti e a tutte, creando inutili contrapposizioni, e rende ancora più ricattabili le lavoratrici e i lavoratori del comparto, già spesso inquadrati in cooperative esterne e condannati sembra a un precariato senza possibilità di scampo. In questi mesi sono invece però rimaste invariate le tasse universitarie, nonostante la riduzione dei servizi. Le aule universitarie, non sufficienti e non realmente potenziate in questi anni, rimangono inaccessibili per la maggior parte della componente studentesca costretta alla DAD anche per quest’anno accademico. Pisa, città a vocazione culturale, perde ogni giorno parte del suo patrimonio, con una biblioteca universitaria che vaga di città e in città e con servizi subappaltati a cooperative esterne e al volontariato". "Le bollette crescono del 40% impoverendo le busta paga e determinando condizioni di vita sempre più precarie per tutti e tutte. In questi mesi è stato costruito uno stato di eccezioni e molti decreti legge sono stati firmati senza alcun dibattito in sede parlamentare. Morti sul lavoro, infortuni professionali sono cresciuti nonostante la riduzione delle ore lavorate. A questo Governo non interessa realmente la tematica della salute e della sicurezza sul luogo di lavoro, come dimostrano anche gli appalti di igienizzazione e sanificazione al ribasso. Per tutte queste ragioni, noi ci appelliamo a tutti e tutte per essere presenti in Piazza Martiri della Libertà dalle ore 9:00 per dare il nostro benvenuto al Presidente Mattarella".

Aderisce al presidio contro il certificato verde anche il sindacato di base Cub Pisa. "L'approvazione del Green Pass non ha niente di sanitario ma rappresenta un dispositivo politico autoritario per affermare il capitalismo della sorveglianza e il controllo degli uomini e donne ai fini della finanza e dell'economia capitalistica - sottolineano dal sindacato - in questi anni il Presidente della Repubblica ha firmato anche le leggi più discutibili come i decreti Sicurezza, al di là delle frasi di circostanza, da due anni subiamo decreti di urgenza e maxi emendamenti sottoposti alla fiducia al Governo. Nell'agenda Draghi sono scomparsi gli incrementi alla sanità pubblica e all'istruzione, le misure a sostegno delle classi sociali meno abbienti, la tutela reale dei lavoratori e delle lavoratrici degli appalti. Dopo lo sciopero generale dell'11 ottobre prosegue la mobilitazione della Cub per rivendicare salario, istruzione, diritti e salute, contro le morti e gli infortuni sul lavoro che crescono ogni giorno al pari delle malattie professionali. Rivendichiamo contratti che restituiscano potere di acquisto e di contrattazione per rompere la gabbia del contenimento della spesa che ormai sta impoverendo i servizi pubblici e noi tutti".



 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città blindata per la visita di Mattarella: studenti e No Green Pass scendono in piazza

PisaToday è in caricamento