menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rossi a Pisa: c'è l'ok per il nuovo ospedale

Dopo lo stop imposto dalla Regione per compiere una verifica finanziaria, il governatore Rossi ha sottolineato che potrà proseguire il progetto che porterà alla realizzazione del nuovo monoblocco e della nuova facoltà di Medicina, oltre al primo lotto della tangenziale Nord-Est

Carta bianca per il nuovo Cisanello. A dare il via libera alla realizzazione del progetto da 357,6 milioni di euro, circa 140 dei quali arriveranno dalla Regione Toscana, è stato il presidente Enrico Rossi al termine del colloquio che ha avuto presso la direzione aziendale con il direttore generale della Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana, Carlo Rinaldo Tomassini e con i vertici aziendali, nell'ambito della sua visita nella città della Torre.

"Eravamo stati noi - ha spiegato Rossi - a chiedere alla fine dello scorso anno una pausa, necessaria a compiere una verifica finanziaria. Adesso che il quadro economico è definito, puntiamo ad andare presto a gara per riuscire entro fine anno ad affidare i lavori per la realizzazione qui a Cisanello di opere importanti, penso al nuovo monoblocco e alla nuova facoltà di Medicina, e per completare il trasferimento ed il recupero a nuove funzioni dell'area del Santa Chiara".

Una volta aggiudicati i lavori, serviranno un anno di fase preparatoria e altri tre anni e mezzo per il loro completamento. È prevista tra l'altro la realizzazione di un nuovo monoblocco ospedaliero con le aree (dai blocchi operatori alle terapie intensive) su un unico piano e di un unico grande ingresso con funzioni di smistamento dei flussi, che già oggi raggiungono le 12.500 unità al giorno. L'idea è quella di concentrare tutta l'attività assistenziale all'interno delle strutture di nuova costruzione.

"Con il nuovo ospedale di Cisanello rilanciamo anche il necessario sistema infrastrutturale e di mobilità, per un polo di attrazione per oltre 12mila persone al giorno - ha sottolineato il sindaco Filippeschi - è importante che il presidente Rossi abbia riconfermato l’impegno già preso nell’Accordo di Programma per la realizzazione della tangenziale Nord-Est contestuale al completamento del polo ospedaliero. I Comuni di Pisa e San Giuliano Terme hanno fatto le varianti urbanistiche per programmarla. La Provincia ha elaborato e sottoposto a verifica il progetto preliminare, ricevendo i pareri positivi già nel 2013. Conforta che il Consiglio regionale abbia dato la priorità ad un progetto che vale per tutta l’area pisana e fatto un primo stanziamento per realizzare il progetto definitivo. Prevediamo di realizzare anche un ponte pedonale e ciclabile per collegare Riglione e i quartieri della circoscrizione".
"Il Comune ha approntato il progetto di fattibilità del collegamento con mobilità elettrica fra la Stazione e il nuovo ospedale - ha aggiunto il primo cittadino - un moderno filobus, che correrà in sede protetta, con cinque fermate, per potenziare i collegamenti e renderli ad impatto ambientale zero. Presenterò alla Commissione europea questo progetto, insieme ad altri, quando incontrerò la commissaria Violeta Bulc. Se la Regione ci sosterrà, come ha fatto fino ad oggi, potremo varare un altro Masterplan di modernizzazione della mobilità urbana, potendo vantare la piena realizzazione di quello che presentai a Bruxelles nel 2009".

Rossi, a conclusione della sua visita nella città della Torre, ha sottolineato che "Pisa investe bene i finanziamenti che riceve dalla Regione. Magari facessero così tutti i Comuni della Toscana. Se così fosse la Regione avrebbe meno problemi da gestire e ogni cosa andrebbe meglio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Riapre la gelateria De' Coltelli dopo la pausa invernale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento