Assessore Gambaccini in visita alle strutture assistenziali di via Garibaldi: "Regione investa di più"

La presidente della Sds Pisana ha visitato per gli auguri di Natale il Centro diurno per anziani, la Residenza Sanitaria per Anziani 'U. Viale' e l’Hospice

Visita natalizia dell’assessore alle Politiche sociali e presidente della Società della Salute zona pisana Gianna Gambaccini alle strutture assistenziali di via Garibaldi, in particolare al Centro diurno per anziani, alla Residenza Sanitaria per Anziani 'U. Viale' e all’Hospice, per esprimere gli auguri di buon Natale ad ospiti e personale impegnato nei servizi di assistenza.

“Le persone in lista di attesa per l’ingresso in RSA nella zona pisana sono ben 97, mentre sono circa 500 quelli già accolti nelle strutture - spiega l’assessore Gambaccini - come Società della Salute della zona pisana abbiamo lavorato per abbattere il più possibile le liste di attesa, che partivano a inizio anno da 170 unità, ma è necessario adesso che la Regione faccia un investimento ulteriore. Di questi 97 in lista di attesa, 18 sono le urgenze ovvero anziani non autosufficienti soli, che non hanno alcun familiare. Sono numeri che descrivono una situazione di emergenza, sintomatica del fatto che il sostegno alla domiciliarità non è sufficiente: la condizione di burnout delle famiglie che assistono al domicilio l’anziano non autosufficiente, fa lievitare progressivamente le richieste di ingresso nelle strutture”.

“L’investimento della Regione nel fondo per la non autosufficienza prevede 2,873 milioni e 9,349 milioni di euro destinati al fondo residenziale, per tutta la zona pisana - prosegue Gambaccini - complessivamente, sull’intero territorio dell’Asl Toscana Nord Ovest sono stati destinati al fondo per la residenzialità circa 50 milioni di euro, ma è stimato che per soddisfare le richieste e azzerare le liste di attesa servirebbero ulteriori 15 milioni. Di fronte a una crescita esponenziale degli anziani non autosufficienti, a causa del progressivo invecchiamento della popolazione, la Regione non ha ancora aumentato negli ultimi anni l’investimento in tal senso e per questo chiediamo uno sforzo maggiore per poter dare risposte a tutti i cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguire l’assessore ha fatto visita anche all’Hospice di via Garibaldi dove è stata accolta dalla dottoressa Gioia che, con la sua equipe, “impegna professionalità e tantissimo cuore nel prendersi cura delle persone che arrivano a fine vita. Una struttura che svolge un compito di fondamentale importanza, che nel 2019 ha visto 356 nuovi ricoveri, oltre a 240 pazienti in assistenza domiciliare per cure palliative, su un totale di 3136 ricoveri totali, dall’inizio del servizio nel 2009. Un grande lavoro di assistenza che è stato riconosciuto anche dalla ASL che ha dotato l’Hospice di un medico in più, che si aggiunge al medico libero professionista finanziato grazie all’impegno di due associazioni, 'Il Mandorlo' e l’Associazione oncologica pisana”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni comunali a Cascina: è ballottaggio tra Betti e Cosentini

  • Incidente stradale davanti allo stadio a Pontedera: muore 30enne

  • Elezioni Regionali, Ceccardi sconfitta anche nella sua Cascina

  • Covid a scuola: due classi di licei pisani in quarantena

  • Covid a scuola: classi in quarantena nel pisano

  • Barman deceduto a Pontedera: annullata la Festa del Commercio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento