Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Centro Storico

Voci in ascolto: gruppo di automutuoaiuto sul lutto perinatale

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

"Non è possibile curare la morte ma è possibile prendersi cura del dolore che resta."

Claudia Ravaldi Ass.CiaoLapo

Il gruppo di automutuoaiuto Voci in Ascolto vuole essere uno spazio accogliente, rispettoso e facilitante, dove i genitori, che hanno vissuto l'esperienza del lutto in gravidanza, durante il parto o dopo la nascita, recente o remota, possano ri-trovarsi per so-stare nelle proprie emozioni, entrando in contatto con il proprio dolore, condividendo vissuti, parole e silenzi.

Lo studio di psicologia e psicoterapia Come l'albero abbraccia questo progetto in convenzione con CiaoLapo Onlus, credendo fortemente che dare un tempo e uno spazio all'elaborazione di un lutto, il più delle volte non riconosciuto socialmente, prendendosi cura del bisogno di condivisione dei genitori, è un modo per promuovere benessere psicologico e salute perinatale.

Promozione e tutela della salute psicologica quindi, perchè se il lutto non è una malattia, può diventarlo laddove invece del sostegno e del supporto socio-emotivo, i genitori vengono lasciati soli con il loro dolore, nel silenzio e nella negazione di quanto sentono, invitati a dimenticare, ad andare avanti, rischiando così di trasformare un'esperienza fisiologica legata alla perdita in una malattia psichica importante (lutto complicato).

"L'evento di perdita, profondamente vissuto nell'intimo delle madri e dei genitori, può risultare però poco comprensibile all'esterno, perché si piange un bambino "sconosciuto" al mondo (Kirkley-Best and Kellner, 1982), su cui nessuno, a parte i genitori, i fratellini e talvolta i nonni, ha avuto spazio e tempo per pensare e verso il quale nessun altro ha stabilito un legame di attaccamento". (Claudia Ravaldi-presidente CiaoLapo Onlus)

Non temere il dolore, ma riconoscerlo, permettergli di venir fuori, senza coprirlo o negarlo, cercare quando e se ci si sentirà pronti di attraversarlo, non per dimenticare ma per appropriarsi di una consapevolezza che apre al valore e al riconoscimento di questa esperienza di vita e di legame…questo vuole essere il gruppo di automutuoaiuto "Voci in ascolto".

Il gruppo di automutuoaiuto consente:
- di legittimare il proprio dolore prendendosene cura
- di confrontontarsi e condividere esperienze con altri genitori, in un clima privo di giudizi e stereotipi
- di scoprire le proprie personali risorse per affrontare il lutto.

La partecipazione al gruppo è libera e gratuita, si può partecipare in coppia o singolarmente; il gruppo è aperto a tutti i genitori, di qualunque cultura, religione o non credenti.
Gli incontri sono facilitati dalla Dr.ssa Sarah Meli, psicologa-psicoterapeuta; hanno cadenza quindicinale e si tengono presso la sede dello studio di psicologia e psicoterapia Come l'Albero, Via Cardinale Maffi 28, 56123 Pisa

Il prossimo gruppo parte MERCOLEDI 7 SETTEMBRE alle ore 20.
Per partecipare si può contattare info@comelalbero.it o telefonare al 3402682787 per fissare un colloquio conoscitivo gratuito per illustrare le regole e il funzionamento del gruppo.

Come l'Albero offre anche un servizio diconsulenza e sostegno psicologico ai genitori in lutto con una speciale convenzione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Voci in ascolto: gruppo di automutuoaiuto sul lutto perinatale

PisaToday è in caricamento