Aeroporto, il sindaco: "Alitalia mi ha garantito che il volo per Roma resterà a Pisa"

Per quanto riguarda i lavori di ampliamento del terminal annunciati oltre un anno fa da Toscana Aeroporti: "Alcuni lavori sono stati fatti, ma ne mancano molti altri. Ho chiesto un incontro alla società"

"Ho parlato con i vertici di Toscana Aeroporti e anche con un funzionario di Alitalia, i quali mi hanno assicurato che il volo Pisa-Roma rimarrà". E' quanto riferito lunedì 15 giugno, in Consiglio Comunale, dal sindaco Michele Conti che ha risposto ad un question time del consigliere Giovanni Pasqualino (Lega). Un documento presentato dopo il comunicato di Alitalia in cui la compagnia aveva annunciato di trasferire dal primo luglio il collegamento giornaliero per Roma dall'aeroporto di Pisa a quello di Firenze. Una scelta "non tanto della società aeroportuale - ha detto Conti - ma di Alitalia. Una decisione peraltro poco comprensibile visto che da Firenze a Roma si va con il Freccia Rossa in un'ora e mezzo".

Aeroporto: ripartono i voli Ryanair con 42 rotte

Sulla ripartenza dello scalo pisano dopo lo stop determinato dal Coronavirus Conti ha affermato che "sarà necessario premere parecchio perché non sarà semplice. La Regione si è resa disponibile a un piano di aiuti. Non bisogna mai dimenticare che alcuni di questi voli sono un po' 'drogati' visto che vengono attivati dietro contributi alle compagnie aeree versati dagli stessi aeroporti". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sindaco ha quindi annunciato di aver chiesto a Toscana Aeroporti un incontro per fare il punto sugli investimenti aeroportuali sulla struttura: circa 65milioni di euro, che sarebbero dovuti partire nell'estate 2019. "Sono stati fatti un po' di lavori - ha detto Conti - ma mancano ancora molti investimenti importanti e dobbiamo capire quale sarà l'evoluzione anche alla luce del lockdown. Dobbiamo continuare a presidiarlo e fare più massa critica a livello di enti pubblici, al di là del colore politico, e per questo mi rivolgo in particolare ai colleghi sindaci e alla Camera di Commercio". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si diplomano e vengono assunti nell'azienda dei loro sogni

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana: 812 nuovi positivi, 108 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana: 906 nuovi casi, 133 a Pisa

  • Coronavirus in Toscana, 1290 nuovi casi e 8 decessi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento