Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Vecchiano

Vecchiano, inserimento sociale dei migranti: via al volontariato sull'arenile

I migranti ospitati nel comune ripuliranno un'area di Marina di Vecchiano e Bocca di Serchio. Irfan e Syed: "Per noi è un'occasione di integrazione anche linguistica"

E' iniziata nei giorni scorsi la collaborazione a titolo volontario dei migranti ospitati dal Comune di Vecchiano, come previsto dal progetto elaborato in collaborazione con la Paim Cooperativa Sociale. Il progetto fa parte di una convenzione finalizzata all'inserimento sociale dei migranti, stipulata lo scorso 5 agosto tra il Comune, la stessa Paim ed i circoli presenti sul territorio, tra cui l'Arci 'Casa del Popolo' di Migliarino, il Circolo Arci 'La Vasca Azzurra' di Nodica, il 'Circolo Arci Benessere' di Avane, il Circolo Arci di Vecchiano ed il 'Circolo Arci Bartalini' di Filettole.

L'area interessata si trova a Marina di Vecchiano, sulla Via del Balipedio. "Queste persone - afferma il sindaco Massimiliano Angori - si occupano, nello specifico, di rimuovere la sabbia e la sporcizia dai vialetti di accesso al mare, in alternanza al servizio svolto in appalto. Nei prossimi giorni è prevista inoltre da parte dei migranti la pulizia manuale di Bocca di Serchio".

"L'attività di volontariato - aggiunge l'assessore Mina Canarini - non si configura in alcun modo come sostitutiva delle normali attività di lavoro e strutturato e retribuito, bensì come un apporto del tutto volontario di cui beneficerà l'intera nostra collettività. E' bene sottolineare che la promozione dei diritti di cittadinanza e dell'inclusione sociale dei cittadini stranieri e di tutti coloro che si trovano a vivere condizioni di marginalità o di esclusione rappresenta un valore guida per le politiche nazionali, dell'amministrazione regionale, dell'amministrazione comunale e degli enti locali del territorio toscano, da realizzarsi attraverso il contributo e la collaborazione di tutti i soggetti istituzionali, del mondo del lavoro e del Terzo settore presenti sul territorio".

Irfan e Syed commentano così questa loro attività all'arenile: "Siamo stati accolti bene dalla popolazione e dai turisti del luogo che ci hanno visto lavorare con entusiasmo. Per noi questa è un'occasione di forte integrazione linguistica, oltre che con il territorio locale; a fine settembre riprenderemo a frequentare la scuola di italiano e inizieremo a collaborare a titolo di volontariato anche con la Pubblica Assistenza di Migliarino".

"La Paim - dichiara Massimiliano Prior, responsabile del servizio di accoglienza rifugiati Paim - è molto soddisfatta dell'accoglienza che è stata riservata sin ora a questi ragazzi e crediamo di essere partiti con il piede giusto, con un grande dialogo e sopratutto una grande voglia di collaborare insieme".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vecchiano, inserimento sociale dei migranti: via al volontariato sull'arenile

PisaToday è in caricamento