rotate-mobile
Cronaca

Al rinnovo i vertici Cesvot: 1.324 enti del terzo settore di Pisa al voto

Appuntamento il 18 febbraio alla Stazione Leopolda. Il presidente Paccosi: "Diritto di democrazia che dà impronta per il futuro"

Al via le assemblee per rinnovare le squadre delle delegazioni territoriali di Cesvot. A Pisa l'appuntamento è il 18 febbraio alle ore 10  alla Stazione Leopolda (piazza Guerrazzi 11). L'invito a partecipare è rivolto a tutte le 1.324 realtà del terzo settore dell’area pisana: alle 350 organizzazioni di volontariato, alle 766  associazioni di promozione sociale, alle 64 imprese sociali, alle 132 onlus, a un ente filantropico e agli ulteriori 11 enti iscritti al Registro nazionale del terzo settore.

Il nuovo Direttivo della Delegazione pisana del Centro Servizi Volontariato Toscana avrà il compito di individuare le esigenze del territorio contribuendo alla definizione degli indirizzi e degli obiettivi del programma annuale di attività di Cesvot, impegnato a dare servizi gratuiti per promuovere, sostenere e sviluppare il volontariato in Toscana.

Per partecipare al voto è necessario iscriversi fino al 15 febbraio, compilando il modulo online sul sito www.cesvot.it, previa registrazione all’area riservata MyCesvot. Al termine dell’iscrizione, il sistema consente di stampare il certificato elettorale che, insieme ad un valido documento di identità, autorizza ad essere accreditati in assemblea per esercitare il diritto di elettorato attivo e passivo.

Gli enti che si sono iscritti compilando il modulo online possono partecipare all’assemblea tramite il proprio rappresentante legale, munito del certificato elettorale e di un documento di riconoscimento o tramite suo delegato, munito di certificato elettorale con delega sottoscritta dal legale rappresentante e di un documento di riconoscimento (delega interna). Ciascun ente accreditato può essere portatore di delega di altro ente (delega esterna). Non è ammessa più di una delega.

Si può esercitare il diritto al voto solo presentando il certificato elettorale con un documento valido di riconoscimento. Gli enti che intendono candidare un proprio rappresentante nel Direttivo dovranno presentare alla Delegazione territoriale di riferimento la candidatura a firma del legale rappresentante per email su carta intestata/carta timbrata dell’ente. L’assemblea elegge 18 componenti del direttivo, di cui almeno 10 espressione di organizzazioni di volontariato. Ogni votante può esprimere fino ad un massimo di 12 preferenze.

"Il mondo del terzo settore conferma ogni giorno il suo fondamentale ruolo nel garantire un diffuso welfare di comunità", afferma Luigi Paccosi, presidente Cesvot. "Per questo eleggere le nuove squadre territoriali non è solo un mero esercizio di democrazia ma permette ai soggetti che operano nel settore di determinare la strada da seguire e quindi dare un'impronta al futuro della società, in un periodo particolarmente difficile. Per questo, invito tutti coloro che ne hanno diritto a partecipare e a fare sentire la propria voce".

"La forza di Cesvot sono le delegazioni territoriali, che riescono ad essere vicine alle esigenze dei territori, animate da squadre caratterizzate da competenza e passione. Questo appuntamento rappresenta per la nostra delegazione un’ importante occasione di confronto e riflessione sul futuro e il ruolo che il Terzo settore dovrà avere nelle nostre comunità. Ci auguriamo grande partecipazione da parte delle nostre associazioni", commenta il presidente pisano uscente Daniele Vannozzi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al rinnovo i vertici Cesvot: 1.324 enti del terzo settore di Pisa al voto

PisaToday è in caricamento