L'attore Willem Dafoe al Podere Cortesi di Santa Luce

Cena a base vegetariana la sera del 25 maggio per il famoso volto del cinema americano

Nella foto con Dafoe il figlio di Jonata Mattia e la moglie Serena

William James 'Willem' Dafoe, attore americano naturalizzato italiano (ha la doppia cittadinanza, sposato con un'attrice italiana), ha cenato ieri sera 25 maggio al Podere Cortesi di Santa Luce, in provincia di Pisa. Volto emblematico del cinema, ha interpretato numerosi film di successo, passando per esempio dai supereroi, come quando impersonava il cattivo Goblin in Spiderman, fino ad essere Pasolini e Van Gogh, con in quest'ultimo caso la candidatura agli oscar 2019 come miglior attore protagonista. 

E' stata una visita inaspettata la sua, come racconta il titolare Jonata Cortesi: "Credo Dafoe fosse al centro buddhista a Pomaia, mi ha chiamato un mio amico e mi ha detto che portava un attore famoso. E' stato presto riconosciuto, all'inizio è stato un attimo incerto, poi è stato molto gentile con tutti". Menu vegetariano: "Ha preso tagliatelle al tartufo, tagliatelle ai funghi e ribollita. Peccato, gli volevo far assaggiare un po' di carne" scherza il cuoco. 

Non è stata la prima visita vip del locale: "Sono venuti diversi personaggi famosi... ricordo Rosita Celentano, i Nomadi, Omar Pedrini, il cantante dei Timoria". Il locale è aperto dal 2003: "Facciamo tutto in famiglia, cerchiamo di lavorare bene. Fa sempre piacere avere ospiti noti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Giani annuncia: "Dal 4 dicembre Toscana zona arancione"

  • Coronavirus, il governatore Giani: "Nei prossimi giorni chiederemo di tornare in zona arancione"

  • Più spostamenti in un comune diverso: ordinanza regionale in vista della zona arancione

  • Commercio in lutto: se ne va Gisberto Moisè, storico pizzaiolo pisano

  • Lutto nel commercio pisano: addio a Roberto Salvini, titolare del bar alle Piagge

  • Toscana zona rossa, scende l'indice Rt: "Zona gialla prima di Natale"

Torna su
PisaToday è in caricamento