menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pontedera, Confcommercio lancia la campagna '#salviamoilSanValentino'

Mickey Condelli, presidente di Confcommercio Pontedera, è preoccupato dalla possibilità che la zona arancione per la Toscana scatti da domenica 14 febbraio: "Sarebbe un danno enorme per i ristoratori"

"Non ci possiamo permettere di perdere gli incassi di San Valentino. Per noi sarebbe ancora più drammatico passare in zona arancione prima di lunedì". Mickey Condelli, titolare del Bar Fantozzi e presidente di Confcommercio Pontedera, lancia un appello al governatore della Toscana Giani: "Veniamo da un anno difficilissimo, abbiamo sulle spalle impegni estremamente onerosi a fronte di incassi falcidiati dalle chiusure e dalle restrizioni: non facciamo scherzi, toglierci all'ultimo il San Valentino sarebbe una beffa".

Condelli spiega: "Abbiamo prenotazioni da tempo, abbiamo contattato il personale, abbiamo investito e acquistato tutto quanto il necessario per preparare una festa degli innamorati degna di questo nome. Per questo diciamo che non può essere l'oscillazione di uno zero virgola dell'indice RT a compromettere tutto questo lavoro e quindi se zona arancione dovrà essere, che lo sia almeno da lunedì. Quanti soldi dobbiamo ancora continuare a spendere per poi dover buttare via tutto?".

"A differenza di altre situazioni, i nostri locali sono luoghi sicuri, dove si adottano le necessarie norme anti-Covid di distanziamento e protezione, e i prodotti sono garantiti - aggiunge il presidente di Confcommercio Pontedera - siamo tanti imprenditori che da mesi stiamo lottando con tutte le nostre forze per resistere e continuare il nostro lavoro. Per mesi siamo rimasti chiusi, per altri mesi abbiamo potuto lavorare solo con l'asporto e il domicilio, le principali feste natalizie sono saltate, essere ridotti all'ultimo cosi, nell'incertezza più assoluta, per sapere se lavorare o meno è davvero inaccettabile per noi, per i nostri fornitori e per gli stessi clienti".

Mickey Condelli conclude: "Se non saremo ascoltati e se la Regione non ci tutelerà, i danni per le nostre imprese e per tutta la filiera della ristorazione sarebbero pesantissimi. Le ultime volte il cambio di colore è avvenuto sempre di lunedì, non si vede perché questa volta, dove c'è una fortissima esigenza di lavoro e di reale sopravvivenza, la situazione dovrebbe essere diversa".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Arredamento open space: come avere una casa di tendenza

social

Dolci sfiziosi, la ricetta della torta di mele e Nutella

social

Riapre la gelateria De' Coltelli dopo la pausa invernale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento