menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto d'archivio)

(foto d'archivio)

Coronavirus, sei comuni della provincia di Pisa in zona rossa

Da lunedì 15 marzo in vigore il nuovo decreto del premier Draghi per contenere i contagi della terza ondata

Entra in vigore oggi, lunedì 15 marzo, il nuovo decreto del Governo che sancisce le misure restrittive fino al prossimo 6 aprile, comprendendo dunque anche la Pasqua. Nei giorni delle festività pasquali (3-4-5 aprile) l'Italia sarà un'unica grande zona rossa per limitare al massimo gli spostamenti e le gite fuori porta che potrebbero essere una pericolosa occasione di assembramenti e dunque di contagi.
Da oggi l'Italia sarà divisa in zone rosse e arancioni (tutte le regioni gialle sono passate automaticamente alle misure in vigore in quelle arancioni), con l'unica eccezione della Sardegna che resta bianca.

La Toscana è riuscita, sulla base di parametri ancora sotto controllo, a rimanere arancione anche per questa settimana, ma ci sono alcune aree della regione che sono passate in zona rossa e che dunque da oggi vedranno applicate maggiori misure restrittive a cominciare dalla chiusura delle scuole.
Per quanto riguarda la provincia di Pisa sono in zona rossa, a causa di un numero preoccupante di contagi (la soglia limite è di 250 casi positivi ogni 100mila abitanti), i comuni del comprensorio del cuoio (San Miniato, Santa Croce sull'Arno, Montopoli Valdarno e Castelfranco di Sotto), Castellina Marittima e Santa Luce.
Preoccupa la situazione di Ponsacco dove è stato individuato un focolaio in un condominio (con al momento 41 positivi di cui 15 bambini): il sindaco Francesca Brogi ha disposto la quarantena per tutti i condomini e la chiusura di tre scuole.


Le misure previste nella zona rossa, che dunque saranno applicate da oggi anche in sei comuni della provincia di Pisa, oltre alla chiusura degli istituti scolastici di ogni ordine e grado, riguardano gli spostamenti, con il divieto di entrata e uscita dal territorio salvo che per motivi di lavoro, necessità e salute, e la chiusura dei negozi, ad eccezione di quelli di generi alimentari e di beni di prima necessità. Rimangono chiusi anche barbieri, parrucchieri e centri estetici.

I negozi aperti in zona rossa e arancione

Coronavirus, le misure previste nella zona rossa

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Covid, la Toscana passa in zona arancione

  • Eventi

    I film in uscita ad aprile su Amazon Prime Video

Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento